/ Volley

Che tempo fa

Cerca nel web

Volley | mercoledì 10 giugno 2015, 23:59

Volley, il VBC Mondovì sbanca il PalaJacazzi di Aversa: è serie A!

Gli uomini di Mauro Barisciani dilagano 3-1 in landa campana e conquistano la promozione in A2. Il presidente Giancarlo Augustoni: "Questa sera coroniamo il nostro sogno, un grandissimo applauso ai nostri giocatori e al nostro staff tecnico"

Momenti di gloria al PalaJacazzi di Aversa: il VBC Mondovì è in A2

Momenti di gloria al PalaJacazzi di Aversa: il VBC Mondovì è in A2

 

Un'impresa titanica, mastodontica, foriera di gloria imperitura. Si sprecano aggettivi e perifrasi per commentare un autentico miracolo sportivo: questa sera il VBC Mondovì ha espugnato il "PalaJacazzi" di Aversa, guadagnando la matematica promozione in serie A2 e archiviando la pratica della finale play-off in appena due gare.

3-1 il risultato conclusivo, identico a quello maturato sabato scorso sul parquet del "PalaManera": i monregalesi hanno dominato per ampi tratti il match, conquistando il primo set (25-23) e dilagando nel secondo (25-8). Poi, nella terza frazione di gioco, è emerso l'orgoglio dei normanni, che, incitati dal supporto fragoroso del pubblico amico, hanno ritrovato la lucidità per prolungare la sfida, tagliando per primi il traguardo dei 25 punti (25-20).

Il quarto set si è aperto con un nuovo tentativo di allungo campano, con i giocatori in maglia verde capaci di portarsi sul momentaneo 9-6, salvo poi essere acciuffati dai biancoblù: una situazione di equilibrio che ha originato un accattivante testa a testa fra le due compagini, che hanno risposto colpo su colpo alle folate offensive degli avversari, fino a quando i padroni di casa hanno piazzato un break significativo, che ha fissato il parziale sul 20-17.

Un +3 che avrebbe tagliato le gambe a chiunque, ma non a Mondovì, che ha immediatamente palesato l'intenzione di riportarsi in carreggiata: così, è stata nuovamente raggiunta la parità (21-21), prima del match-point guadagnato dal sestetto sabaudo (23-24). A questo punto è iniziato un estenuante botta e risposta, che ha trovato il suo epilogo nel 27-29 in favore della squadra ospite, che si è lasciata andare a un'esultanza commovente, fatta di lacrime, abbracci e sguardi rivolti verso il cielo, quasi a voler ringraziare le divinità che albergano nell'Olimpo del volley.

31 anni dopo l'impresa targata Mario Sasso, che festeggiò la promozione in A2 del VBC al termine della stagione 1983-1984, un altro allenatore iscrive il proprio nome nella storia del club piemontese: si tratta di Mauro Barisciani, abile stratega capace di plasmare un gruppo solido e compatto con il prezioso ausilio del suo inseparabile vice Flavio Rocca.

A risultato acquisito, abbiamo raggiunto telefonicamente il presidente del sodalizio monregalese, Giancarlo Augustoni, che ha esternato tutta la sua felicità per l'obiettivo centrato: "Questo è il degno coronamento di un sogno imperniato sul lavoro di squadra. Ho sempre pensato che il gruppo fosse l'arma vincente di ogni compagine di pallavolo e questa sera ho avuto un'ulteriore conferma. Rivolgo un plauso grandissimo a tutti i giocatori, al nostro allenatore e al suo vice. La società ha semplicemente cercato di creare un organico competitivo e devo dire che puntare su uno starting six composto da tre atleti cresciuti vicino a Mondovì si è rivelata una felice intuizione".

In merito alla voce circolata nelle scorse ore circa una possibile cessione dei diritti sportivi, Augustoni ha commentato: "Adesso c'è solo tanta voglia di celebrare questo meritato successo, poi valuteremo il da farsi: di sicuro abbiamo tutte le intenzioni di fare il possibile per partecipare al prossimo campionato di A2".

Questa sera il VBC Mondovì ha scritto un nuovo capitolo nella storia della pallavolo, ribadendo la propria supremazia già emersa in semifinale contro i friulani di Prata e durante la regular season, nel corso della quale i biancoblù hanno collezionato 17 trionfi e appena 5 ko: un bottino impreziosito da 57 set vinti e da 1865 punti realizzati, che hanno permesso ai monregalesi di accedere alla fase play-off in qualità di miglior squadra seconda classificata in serie B1.

Tuttavia, dopo la memorabile performance odierna, il VBC ha dimostrato di non essere secondo a nessuno e di poter progettare un avvenire ricco di grandi soddisfazioni, riportando il volley cuneese ai massimi livelli.      

 

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore