/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | venerdì 21 aprile 2017, 15:27

Calcio a 5: le Rappresentative piemontesi verso il Torneo delle Regioni

La manifestazione si articola in tre giornate di gironi eliminatori (25-26-27 aprile) e con fasi finali dal 29 aprile al 1 maggio. In campo Giovanissimi, Allievi, Juniores e Femminile

Lupo, allenatore Allievi Piemonte VdA Calcio a 5

Scatterà ufficialmente martedì l’avventura pugliese delle nostre Rappresentative al Torneo delle Regioni di calcio a 5. Manifestazione che si articola in tre giornate di gironi eliminatori (25-26-27 aprile) e con fasi finali dal 29 aprile al 1 maggio. Il tutto con orari prestabiliti per ogni categoria: Giovanissimi alle 9, Allievi alle 11, Femminile alle 15 e Juniores alle 17.

Obiettivi ambiziosi per tutte le selezioni, a cominciare da quella Femminile che dovrà difendere il titolo di vicecampione conquistato un anno fa. Il gruppo di Nicola Caprio si è profondamente rinnovato e avrà in Ranieri, Biagioli e Auriemma il filo conduttore con il recente passato. Ma il livello medio delle ragazze è forse ancor superiore, grazie soprattutto alla crescita di nuove realtà nel panorama regionale: da I Bassotti (Arba, Russo e Cianciaruso tra le convocate), al Fucsia Nizza (Bagnasco e Parlagreco), passando per il Duomo Chieri (Biasiolo, Barillà e Camilla Chenna). Tra i pali, poi, il ritorno di Pecoraro è garanzia di talento e affidabilità. Marche, Basilicata e Puglia le avversarie di un girone che si annuncia molto equilibrato.

Grandi speranze verranno riposte nella selezione Juniores che continua ad essere guidata da Davide Berardi. Il tecnico anche del Real Canavese potrà contare su cinque ragazzi dell’Orange Asti, tra i più preparati a livello nazionale e pronti a trascinare un gruppo decisamente eterogeneo nel resto della composizione. Solo il Top Five può infatti contare su due rappresentanti (Cazzin e il portiere Gaiani), mentre salgono alla ribalta nuove società come il Lisondria, sodalizio alessandrino che promuove il portiere Pinto, la novarese Borgo Ticino che ha valorizzato Raso e l’astigiana Avis Isola che propone il suo fuoriquota De Marco. A completare il roster, ecco il talento dello Sportiamo Allovio e l’attesissimo Khanani, stella del Castellamonte. Il girone, però, è tra i più difficili che si potessero immaginare con, nell’ordine, Campania, Veneto e Toscana, tutte regioni storicamente di medio-alto profilo nella disciplina.

Fondata su un blocco decisamente consolidato è anche la Rapp Allievi da quest’anno nelle mani di Matteo Lupo, il quale farà ampio affidamento sui freschi campioni regionali dell’Aosta. Sono infatti ben sette i valligiani presenti (Grange, Arlian, Pettinari, Fea, Ortu, Bisi, Mascherona), alcuni dei quali già protagonisti in Under 21 e addirittura capaci di esordire in A2. Al nucleo valdostano si unisce poi il trittico astigiano (Garlisi, Morando e il bomber del campionato Pace) così come la coppia Pereno-Astegiano, espressioni della fantastica stagione messa in piedi dalla Don Bosco Caselle. Per superare il triangolare iniziale, però, ci vorrà già una grande impresa e molto, se non tutto, si deciderà nella prima sfida alla fortissima Sicilia, al netto poi di superare anche il più accessibile Molise.

Decisamente tutto da scoprire è invece il potenziale dei Giovanissimi di Beppe Vassallo, il cui primo impegno contro il Lazio sarà immediata cartina al tornasole di quel che potranno essere gli obiettivi, in quella che sarà la rivincita della finale persa dai nostri ragazzi la scorsa primavera. Tutto o quasi è però cambiato nella selezione piemontese-valdostana che si affida al fenomeno astigiano Scavino (con lui Francalanci e Galletti dall’Orange) per trascinare un gruppo inevitabilmente acerbo viste anche le molteplici provenienze. Infatti, al netto dei tre aostani (Berthod, Veronesi e Piccolo) sono altre sei le società rappresentate: Atletico Taurinense (Giacomasso), Globo Grugliasco (Asciutto), Top Five (Condorelli), Ceres (Solero), L84 (De Felice) e Rhibo Fossano (Bergia). Insieme ai laziali, saranno Lombardia e Campania le prime avversarie dei nostri ragazzi.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore