/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | giovedì 12 ottobre 2017, 08:01

Giovanile Centallo, conosciamo il classe 2000 Aloia: "Non pensavo di avere un impatto del genere in Promozione"

L'attaccante della Giovanile Centallo ha segnato due reti nelle ultime due partite: "Il mio obiettivo? Arrivare a dieci"

È stato uno dei grandi protagonisti nelle ultime due uscite della Giovanile Centallo, segnando sia contro l’Atletico Santena sia nell’incontro con il Busca. Davide Aloia, classe 2000, si sta mettendo in luce come uno dei giovani più interessanti del Girone C di Promozione, dimostrandosi già capace di far gol tra i “più grandi”. Avrebbe l’età per giocare ancora nella Juniores, ma Bianco se lo tiene stretto in prima squadra, cercando di gestirlo nel modo migliore e far crescere ancora di più uno dei calciatori simbolo dell’ottimo settore giovanile della società rossoblu. Conosciamo il giovane attaccante del Centallo, attraverso questa intervista rilasciata a Campioni.cn.

Ciao Davide, complimenti per i due gol segnati; come stai vivendo questo periodo?
«Con felicità, perché due gol in Promozione alla mia età sono qualcosa di speciale. Voglio ringraziare, però, i miei compagni, perché grazie a loro sono riuscito a segnare queste due reti».  

Hai fatto un salto importante, passando dalle giovanili alla Promozione; quali differenze hai notato?
«Ho notato notevoli differenze a partire già dalla passata stagione, quando mi sono allenato con la squadra maggiore. Lo stile di gioco è diverso rispetto al calcio giovanile e sto imparando tante nuove cose. In queste prime uscite ho trovato un calcio più fisico, gli avversari sono abbastanza grandi fisicamente e ho un piccolo gap nei loro confronti in questo senso».

Due gol nelle ultime due partite, non male per un ragazzo che ha appena esordito.
«Non mi sarei mai aspettato di avere un impatto del genere. A livello giovanile ho segnato sempre tanto, quasi in ogni partita, ma la Promozione è un’altra cosa».

Ti sei posto un obiettivo personale per questa stagione?
«Riuscire a fare dieci gol nel mio primo campionato di Promozione».

Mister Bianco cosa ti sta dicendo?
«Il mister mi sta dando molti consigli. Mi ha detto di restare tranquillo e continuare così».

Dove credi di dover migliorare e, al contrario, in cosa ti ritieni abbastanza bravo?
«La mia dote migliore? Non saprei. Probabilmente proteggere palla utilizzando il fisico, anche se in Promozione al momento è più complicato. Comunque voglio crescere e migliorare in tutto, sia nel passaggio sia nel tiro, ma anche essere più utile alla squadra aiutando maggiormente i compagni in fase offensiva e difensiva».

Dove sarà il Centallo a fine stagione?
«Ci auguriamo di arrivare ai playoff, perché si deve sempre puntare in alto».

Un’ultima cosa: qual è il tuo sogno nel cassetto?

«Fin da piccolo ho sempre sognato di fare il calciatore, sono ancora giovane e mi piace continuare a sognare»

G.C.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore