/ Motori

Che tempo fa

Cerca nel web

Motori | venerdì 13 ottobre 2017, 09:49

Terzo Rally del Piemonte 2017: scorre veloce il tempo verso il via...

Partenza alle 8,31 di domenica 29 ottobre a Dogliani

Il cronometro che misura il conto alla rovescia alla partenza della terza edizione del Rally del Piemonte e del secondo Rally del Piemonte Storico corre veloce verso domenica 29 ottobre quando alle ore 8.31 la prima vettura lascerà il C.O. di partenza di Via Chabat a Dogliani, per dirigersi in Piazza Umberto I e transitare sul palco partenza e dare il via anche formalmente alla gara. Poche le modifiche rispetto alla precedente edizione, che ha rappresentato un successo per gli organizzatori dell’AEFFE Sport & Comunicazione.

“Purtroppo siamo stati costretti a sostituire la prova di Gatt Ross-Farigliano per le proteste dei residenti che si sono lamentati non per il passaggio della prova speciale, ma per le ricognizioni selvagge della scorsa edizione, che hanno creato disturbo e situazioni pericolose per chi abita in zona. Se vogliamo continuare a gareggiare a Dogliani e dintorni abbiamo bisogno della collaborazione di tutti i concorrenti. Quando gli equipaggi faranno le ricognizioni li preghiamo di rispettare il Codice della Strada e di mantenere una guida prudente”.

Gli organizzatori però non si sono limitati a raccomandazioni verbali. “Fin da subito abbiamo aumentato il nostro personale di sorveglianza. Allo stesso tempo abbiamo anche allertato le Forze dell’Ordine che effettueranno dei controlli a campione. Vogliamo che il Terzo Rally del Piemonte sia una festa per tutti e non un disturbo per qualcuno”.

L’altra novità dell’edizione 2017 riguarda l’ordine di partenza che farà transitare per prime sulla pedana di Piazza Umberto a Dogliani e nelle prove speciali le vetture storiche.

La tabella Tempi&Distanze pubblicata sul sito riporta l’orario del primo concorrente che sarà una vettura storica, vista la notevole affluenza di iscritti della scorsa stagione. Ma saremo molto attenti a non lasciare troppo lasso di tempo fra l’ultima storica e la prima vettura moderna, in modo da non annoiare chi attende il passaggio dei propri beniamini sulle prove speciali”.

Nel frattempo il sito della gara si è arricchito di informazioni preziose sia per i concorrenti sia per gli spettatori. “Da alcuni giorni, infatti, è on line la tabella Tempi&Distanze, la cartina generale della gara e quelle dettagliate delle tre prove speciali, oltre ai tre video dei camera-car delle speciali, particolarmente utili per gli equipaggi che possono cominciare a studiarsi il percorso senza invadere fisicamente le speciali”.

Anche sul fronte iscrizioni c’è soddisfazione e tranquillità da parte degli organizzatori. “Stiamo viaggiando con lo stesso passo dello scorso anno. Sappiamo benissimo che la gran parte delle iscrizioni arriveranno nell’ultima settimana, come accaduto per l’edizione 2016. Ma c’è molto movimento. I preparatori stanno telefonando per avere informazioni sulla disposizione del parco assistenza, perciò prevedono di avere parecchie vetture in gara. Eravamo fiduciosi lo scorso anno. Lo siamo anche di più per l’edizione 2017”. 

Per l’edizione 2017 del Rally del Piemonte la gara si svilupperà su tre prove speciali, tutte asfaltate, da ripetere due volte attorno a Dogliani per un totale di 147, 54 km di percorso, di cui 36,80 cronometrati, con parchi assistenza in Via Chabat a Dogliani. 

La curiosità: Sempre presente alle due precedenti edizioni del Rally del Piemonte, Matteo Giordano è sempre salito sul podio finale della gara affiancato dalla moglie Manuela Siragusa: terzo nel 2015 con la Clio R3C, secondo lo scorso anno con la Mitsubishi Lancer EVO IX. IL 2017 sarà l’anno del pilota cuneese? 

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore