/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | mercoledì 18 ottobre 2017, 16:05

Promozione - Revello, parla il match winner Melifiori: "Che emozione! Non segnavo da due anni"

Il giocatore della formazione biancoceleste ha deciso la sfida contro la Piscineseriva al 95': "Per noi era troppo importante portare a casa i tre punti; con maggior cattiveria possiamo ambire a grandi traguardi"

È stata una partita ricca di emozioni quella di domenica scorsa tra Revello e Piscineseriva, nella quale i padroni di casa hanno prima ribaltato il risultato tra il 71’ e il 76’, poi si sono fatti raggiungere al 92’ su calcio di rigore, quindi hanno segnato il gol della vittoria con Melifiori al 95’. Una zampata che ha portato tre punti quella del centrocampista: «È stata una partita molto emozionante – ha affermato a Campioni.cn il giocatore che ha deciso il match – la Piscineseriva è una bella squadra, anche se non ha giocato molto bene per i calciatori che ha. Eravamo arrabbiati, perché avevamo fatto una bella prestazione, migliore rispetto ai nostri avversari, e ci trovavamo sul 2-2 per un rigore secondo me inesistente. Anche se devo ammettere che molto probabilmente anche il nostro rigore non era nettissimo. Non ci siamo arresi, Agù si è preso un bel calcio di punizione, che Umberto (Pedrini, ndr) ha calciato perfettamente, il portiere ha compiuto un miracolo, ma sulla respinta, grazie a Morero, mi sono trovato il pallone sui piedi e non potevo sbagliare. Poi è iniziata la festa».

Una rete arrivata dopo due anni di digiuno. «Per me che non sono abituato a fare gol – ha amesso Melifioriè stato veramente bello, un’emozione indescrivibile. Per noi era troppo importante portare a casa i tre punti, perché avevamo raccolto poco per le ambizioni che abbiamo. A fine partita ho offerto a tutti l’aperitivo (ride, ndr)».

Con questo risultato il Revello è tornato nelle zone più alte della classifica, a -7 dal Pedona capolista a punteggio pieno e -5 dalla Montatese seconda in classifica: «Sapevamo già alla vigilia che il Pedona è la squadra da battere – ha spiegato il centrocampista del Revelloha un bel gruppo ed è una formazione tosta. La Montatese è una sorpresa, non la conosco benissimo. Lunedì un mio collega di lavoro che gioca nel Villafranca, prossimo avversario della formazione di Montà d’Alba, mi farà il resoconto. Per il resto ci sono tante squadre, noi compresi, che se la giocheranno per i primi posti, come Piscineseriva, Centallo, Carmagnola e Pancalieri».

Melifiori non ha paura ad alzare l’asticella: «Ce la possiamo giocare fino alla fine per vincere il campionato, perché sulla carta metto davanti a noi solo Pedona e Piscineseriva. Puntiamo a entrare nei primi quattro posti. Dobbiamo solo scendere in campo con maggior cattiveria e mentalità, poi possiamo battere chiunque. Anche perché abbiamo una coppia d’attacco, con Pedrini e Morero, che non si possono permettere nemmeno alcune squadre di Eccellenza».

La testa, ora, è già alla prossima partita sul campo dell’Infernotto. «Per noi è un derby. Sarà una partita aperta a ogni risultato, perché quando li abbiamo battuti in coppa, loro erano ancora imballati per la preparazione. Hanno fatto bene fin qui e sarà proprio un match ostico. Non sarà facile espugnare Barge, ma faremo di tutto per vincere».

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore