/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | venerdì 12 gennaio 2018, 15:51

Eccellenza - Un'Albese in difficoltà riceve l'Alfieri Asti, mister Rosso: "Serve umiltà, dobbiamo pedalare tutti insieme senza piangerci addosso..."

Albese in crisi di risultati e alle prese con tante assenze pesanti mentre gli astigiani sono reduci da cinque vittorie nelle ultime sei. Giancarlo Rosso sprona i suoi...

Albese in azione

Albese in azione

Mister Giancarlo Rosso si augurava, senza dubbio, un rientro differente sulla panchina dell'Albese. Due sconfitte in altrettante partite per i langaroli, contro Olmo e Denso ed una classifica sempre più complicata (quartultimo posto con soli 15 punti).

Non è tutto. Il prossimo avversario è l'Alfieri Asti, forse la squadra più in forma dell'intero girone, reduce da cinque vittorie ed un pari nelle ultime sei partite. Come se non bastasse Rosso dovrà rinunciare agli squalificati Cavagna e Barbero, oltre che agli infortunati Stendardo (ancora fermo per una paio di settimane) e De Peralta (recuperabile al massimo per la panchina).

Il tecnico preferisce non piangersi addosso e chiede ai suoi giocatori l'atteggiamento giusto per uscire dal momento no: "Al di là degli avversari, tra i più in forma del campionato, dobbiamo pensare a noi stessi ed ai problemi che abbiamo in questo momento. Dovremo mettere in campo qualcosa di più per compensare la differenza di valori che racconta la classifica. Serve umiltà, dobbiamo pedalare tutti insieme e dare il 110% a livello caratteriale per fare risultato. Devo dire che il gruppo è molto disponibile ma servono risultati per il morale. Dobbiamo stare in corsa, poi quando avremo tutta la rosa al completo potremo risalire la china. Ora serve il massimo della praticità, piangersi addosso non serve. Sono abituato a lavorare nelle difficoltà, il rammarico è non avere mai avuto la rosa al completo dopo gli acquisti della società. Dobbiamo crederci, l'Albese deve diventare una squadra al di là di uno o due giocatori. Fare bene con l'Alfieri Asti in queste condizioni sarebbe un segnale importante. Siamo passati da 3 a 4 allenamenti settimanali per migliorare la condizione fisica, non vogliamo lasciare nulla d'intentato."

 

sdl

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore