/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | mercoledì 14 marzo 2018, 14:41

Eccellenza - Cheraschese, Mirko Costa verso il rientro: "Ho pianto quando mi hanno detto che sono guarito; tra dieci giorni dovrei avere l'idoneità"

Il centrocampista è fermo da quasi un anno a causa di una miocardite: "E stato difficile rinunciare a una cosa che amo; rientrerò in un periodo importante e ovviamente non reclamerò il posto, perché i miei compagni si sono costruiti questo sogno e speriamo di coronarlo"

Dopo quasi un anno di stop la Cheraschese sta per recuperare in questo importantissimo finale di stagione Mirko Costa. Il centrocampista della formazione nerostellata, fortemente voluto da Brovia che lo aveva già allenato al Corneliano, si è fermato sul finale della passata stagione per una miocardite, un’infiammazione del muscolo cardiaco. Un problema che non gli ha precluso la possibilità di svolgere una normale attività ma non gli ha permesso di giocare un campionato competitivo come l’Eccellenza. Proprio oggi, però, Costa ha avuto splendide notizie dopo l’ennesima risonanza, finalmente quel campo di calcio che gli è tanto mancato si sta nuovamente materializzando.

«Da una prima verifica da parte del medico – ha affermato il calciatore – sembra che l’edema sia totalmente sparito, l’infiammazione finalmente se ne sarebbe andata. Tra dieci giorni avrò un’ulteriore verifica, degli esami ancora più approfonditi che dovrebbero darmi finalmente la tanto attesa idoneità. Sono abbastanza tranquillo perché se il medico si è sbilanciato così significa che è certo io sia guarito».

Una notizia che Costa aspettava da mesi, dal momento in cui era stato costretto a fermarsi: «Quando il medico mi ha comunicato che sono guarito ha affermato il centrocampista – sono rimasto quasi impietrito e una volta uscito sono scoppiato a piangere, ho scaricato tutta la tensione accumulata da un anno a questa parte. È stato un periodo difficile perché, anche se sono consapevole che nella vita ci siano cose peggiori di questa, non è facile essere costretti a rinunciare a qualcosa che si ama».

Il centrocampista sarà molto probabilmente a disposizione di Brovia, quindi, proprio nel momento clou della stagione. «Rientrerò nel periodo più importante – ha sottolineato Costama non mi aspetto nulla perché sono fermo da molto tempo e non credo di essere subito pronto per dare il mio contributo a una squadra in lotta per il vertice. Insomma non reclamerò certo il posto. Speriamo di poter coronare questo sogno che i miei compagni hanno costruito nel corso della stagione, io non ho fatto nulla (ride, ndr). Certo, se dovessi essere chiamato in causa, cercherò di farmi trovare pronto e sarei molto felice di farlo»

 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore