/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 15 marzo 2018, 19:06

Calcio Serie C: L’Arezzo fallisce…ma continua a giocare!

Il Tribunale di Arezzo ha emesso la sentenza che dichiara il fallimento dell’U.S. Arezzo e concede l’esercizio provvisorio. Entro domani dovranno necessariamente essere reperiti i 372 mila euro necessari per pagare le due mensilità stipendiali in scadenza.

Calcio Serie C: L’Arezzo fallisce…ma continua a giocare!

Dopo il Vicenza, anche l’Arezzo fallisce, ma beneficia dell’esercizio provvisorio per concludere il campionato di serie C (gir. A). E’ quanto ha stabilito questa mattina la Camera di Consiglio dei Giudici della sezione fallimentare del Tribunale di Arezzo, con Giudice relatore il dott. Antonio Picardi. La sentenza è stata resa nota solo nel primo pomeriggio. I magistrati, dopo aver constatato l’insolvenza della Società, i cui debiti ammonterebbero a circa 2 milioni di euro, non ha potuto fare altro che dichiararne il fallimento. Meno scontata, invece, appariva la concessione dell’esercizio provvisorio.

I Giudici hanno optato per questa soluzione, consentendo di fatto alla società sportiva di concludere il campionato di serie C, a condizione, però, che entro domani vengano pagate le due mensilità stipendiali in scadenza per dipendenti e calciatori. Una somma che si aggira intorno ai 370 mila euro. Se tale scadenza non verrà rispettata, l’esercizio provvisorio sarà revocato, con la parola fine anche al calcio giocato. Questa eventualità, tuttavia, al momento sembra remota, visto che nei giorni scorsi la piazza aretina si è mobilitata al fine di reperire fondi per salvare la squadra.

Imprenditori, politici, personaggi dello spettacolo e chiaramente tantissimi tifosi hanno messo mano al portafoglio per raggiungere la somma necessaria a pagare le due mensilità. Questa sera saranno tirate le somme, anche se l’importo “salva Arezzo” sembra che sia stato raggiunto. Il Tribunale di Arezzo ha stabilito che a ricoprire il delicato ruolo di curatori fallimentari saranno gli Avv.ti Luca Francario e Vincenzo Ioffredi. A loro il compito di gestire questa prima fase. Salvo sorprese, dunque, la squadra di Massimo Pavanel a breve tornerà in campo per cercare di ottenere almeno una prima salvezza sul campo.

La Giustizia Sportiva, però, in caso di ritardi nei pagamenti, potrebbe nuovamente deferire l’Arezzo, con il concreto rischio di ricevere forti penalizzazioni e vedere così assottigliarsi la classifica. Da segnalare che il Cuneo di Viali affronterà l'Arezzo il prossimo 7 aprile al Paschiero. Gli amaranto nel frattempo saranno impegnati in un tour de force di gare, visto che dovranno recuperare anche le partite con Livorno, Olbia e Monza, non disputate per le vicende societarie.

Matteo La Viola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium