/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | domenica 15 aprile 2018, 11:47

Applausi a scena aperta per l'Asd Bocce Mondovì, premiata in municipio per la promozione in Serie A (FOTO e VIDEO)

La cerimonia si è svolta sabato 14 aprile alla presenza del vicepresidente federale Marco Bricco e dei vertici del Comitato Provinciale. Intanto, la Fondazione CRC lancia una proposta alla società: "Se voleste costruire un settore giovanile, noi vi sosterremmo"

"Vi abbiamo ricevuto nella sala più importane del Comune per festeggiarvi adeguatamente e sottolineare la portata della vostra impresa. Dopo pallavolo e balon, anche le bocce approdano nella massima serie: la nostra città può darsi delle arie..."

Con una battuta di spirito, neppure troppo distante dalla realtà suggerita dai fatti, il sindaco di Mondovì, Paolo Adriano, ha accolto in municipio i giocatori e lo staff tecnico e dirigenziale dell'Asd Bocce Mondovì, società neopromossa in Serie A in seguito a una rimonta insperata e impronosticabile, tanto più se si considera che, a due giornate dal termine della stagione, la compagine monregalese si trovava invischiata nella pericolosa e mortifera lotta per non retrocedere.

Alla cerimonia di premiazione in Comune erano presenti anche l'assessore comunale allo Sport, Luca Robaldo, il vicepresidente della Federazione Italiana Bocce, Marco Bricco, il presidente del Comitato Provinciale FIB, Francesco Falco, e il suo vice, Bartolo Carena e il vicepresidente della Fondazione CRC, Ezio Raviola, intervenuto insieme al consigliere Elvio Chiecchio.

Ad aprire la girandola degli interventi è stato l'assessore Robaldo, che ha dichiarato: "Quella di oggi è una giornata di festa per le bocce e per Mondovì, che mancava dalla Serie A dal 1991. Ci troviamo a commentare un risultato importante per tutto il territorio monregalese e non solo e siamo davvero orgogliosi e contenti come amministratori di aver potuto omaggiare questi atleti con un nostro piccolo riconoscimento, teso a sottolineare il grande risultato raggiunto. La speranza è che il prossimo anno riescano a confermare le loro qualità anche nella massima serie. Da parte nostra faremo il possibile per sostenerli, anche se i fondi a nostra disposizione sono pochi".

A livello economico, tuttavia, potrebbe entrare in gioco la Fondazione CRC, come ha spiegato il suo vicepresidente, Ezio Raviola: "La nostra è una delle poche Fondazioni che investe sullo sport - ha asserito -. Basti pensare che, sotto questa voce, nel 2018 abbiamo messo a bilancio più di un milione e mezzo di euro. A tal proposito, se l'Asd Bocce Mondovì vorrà costruire un settore giovanile, noi sosterremo la loro iniziativa".

"Speriamo però che il Comune e le fondazioni ci aiutino anche a ricevere degnamente nel nostro centro sportivo i campioni della Serie A" - ha affermato l'allenatore della squadra monregalese, Arcangelo Prette, con un chiaro riferimento ai miglioramenti da apportare al bocciodromo del Ferrone. 

Intanto, il tecnico potrà contare su alcuni colpi di mercato messi a segno dal presidente Mauro Gasco, come annunciato da quest'ultimo: "Ringrazio il Comune per averci ricevuto e per averci omaggiato con un riconoscimento, dicendoci che sarà sempre al nostro fianco e ci sosterrà. Grazie anche ai nostri giocatori per averci regalato questo traguardo. Ci siamo mossi bene sul mercato, acquistando alcuni giocatori di livello superiore, visto l'alto tasso qualitativo richiesto dalla Serie A. Da domani ci rimbocchiamo le maniche e riprendiamo gli allenamenti con la testa rivolta già al futuro".

Infine, Marco Bricco, vicepresidente della Federazione Italiana Bocce, ha rivolto i complimenti alla società e rimarcato il grande lavoro che si sta svolgendo a livello nazionale per avvicinare i giovani alla pratica di questo sport. Queste le sue parole: "Mondovì riporta dopo 12 anni il Cuneese ai massimi livelli con un'impresa epica, considerate le ambizioni iniziali della squadra. Il nuovo corso federale, eletto da un anno, punta sul settore giovanile, con l'obiettivo di diffondere nelle scuole la pratica e la conoscenza di questo gioco. C'è un progetto che partirà a settembre e vedrà coinvolte 75 realtà scolastiche: un numero che contiamo di ritoccare al più presto verso l'alto".

Il pomeriggio si è concluso con la consegna del riconoscimento che il Comune di Mondovì ha donato alla società (un piatto di ceramica con su raffigurato un gallo, uno dei simboli della città, ndr), ma la festa è proseguita in serata presso il bocciodromo del Ferrone.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore