/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 22 aprile 2018, 09:00

SERIE C, IL PUNTO SUL GIRONE A: Il Livorno si avvicina alla meta, ma il Siena resta aggrappato. Il Pisa consolida il terzo posto. Il Gavorrano spreca due calci di rigore e l’Alessandria ringrazia

A 180 minuti dal termine del campionato resta ancora incerto l’epilogo sia in testa, che in coda. Il Livorno resta al comando, ma il Siena resta in scia. Vincono Pisa e Alessandria. Il Piacenza si aggiudica il derby.

un immagine del match disputato all'andata tra Cuneo e Siena (foto sito A.C. Cuneo 1905)

un immagine del match disputato all'andata tra Cuneo e Siena (foto sito A.C. Cuneo 1905)

Nonostante l’arrivo del caldo, non mancano i brividi nel girone A di serie C, per un finale di campionato sempre più emozionante. Il Livorno supera l’Arzachena in trasferta (2-3), al termine di una partita ricca di capovolgimenti di fronte. Gli amaranto di Sottil, dopo essersi portati sullo 0-2, si sono fatti raggiungere sulla parità dal team sardo. Ci ha pensato Luci, ad un quarto d’ora dalla fine, a riportare avanti il Livorno, per una vittoria che definire preziosa è alquanto riduttivo. Resta a due lunghezze di distanza la Robur Siena, che in casa vince per 1-0 contro un Cuneo assetato di punti.

Nei prossimi 180 minuti di campionato, il Livorno affronterà la Carrarese in casa e il Piacenza in trasferta. Il Siena di Mignani, invece, nel prossimo impegno ospiterà il Piacenza, per poi chiudere in casa del fanalino di coda Prato. Da ricordare che in caso di arrivo a pari punti al termine della stagione, salirebbe in serie B il Livorno, che gode del vantaggio di aver vinto entrambi gli scontri diretti. Si morde ancora le dita per le tante occasioni sprecate il Pisa, che con mister Petrone sembra aver ritrovato maggiore equilibrio e compattezza. Nell’anticipo del venerdì, i nerazzurri hanno piegato per 3-1 il Pontedera, consolidando il terzo posto in classifica. Il primo posto è ormai irraggiungibile, visto che il Pisa nell’ultimo turno di campionato osserverà il proprio turno di riposo.

Pari tra Carrarese e Pistoiese (1-1), con gli ospiti che dopo il vantaggio di Regoli, vengono raggiunti al 75° grazie al gol di Piscopo, entrato in campo appena due minuti prima. L’Alessandria mette nei guai il Gavorrano. I piemontesi di Marcolini, che mercoledì saranno impegnati al Moccagatta nel ritorno della finale di Coppa Italia contro la Viterbese, espugnano il terreno dei minerari grazie al gol di Bellazzini. Una vittoria, però, sofferta e condizionata dagli errori dal dischetto del Gavorrano, capace di sprecare ben due calci di rigore. Scatto da play-off per la Lucchese, che al Porta Elisa liquida un’Olbia spenta con un perentorio 3-0. I rossoneri di Lopez, grazie a questa vittoria, fanno un bel salto in avanti in classifica occupando con merito la decima posizione.

I minerari restano al quart’ultimo posto, ma nei prossimi giorni potrebbero ricevere due punti di penalizzazione, così come la Pro Piacenza, e quindi la classifica potrebbe nuovamente cambiare. Il Monza in extremis riesce a riequilibrare il risultato nel derby contro la Giana Erminio (1-1). A mettere una “pezza” è Cori che al 93° trasforma un calcio di rigore assegnato per un fallo commesso ai danni di Riva. Esordio amaro per Stefano Maccoppi sulla panchina della Pro Piacenza. Il “derby-stracittadino” di scena al Garilli va al Piacenza di Franzini, che passa nella ripresa grazie ai gol di Corazza e Segre. Per la Pro, a questo punto, diventano fondamentali i prossimi impegni con Arzachena e Lucchese.

Termina, infine, a reti bianche la sfida tra Prato e Arezzo. I lanieri restano a cinque punti di distacco dagli aretini e nelle ultime due gare di campionato cercheranno di restare nel limite degli otto punti di distacco dalla quart’ultima in classifica, per potersi giocare le possibilità di salvezza attraverso i play-out.

Matteo La Viola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium