/ Volley

Che tempo fa

Cerca nel web

Volley | martedì 15 maggio 2018, 11:28

Volley A2 maschile – Intervista al neo allenatore del Vbc Mondovì Marco Fenoglio: “Promesse? No grazie!...Il lavoro prima di tutto”

La nostra redazione ha raggiunto in Slovacchia il neo tecnico del Vbc Mondovì, il cuneese Marco Fenoglio. L’Ex allenatore di Novara e Modena non si sente di fare promesse ai tifosi, ma pone come priorità il lavoro.

Marco Fenoglio in un immagine di due stagioni fa quando era alla guida della Igor Novara (foto Luca Finessi)

Il Vbc Mondovì da qualche giorno ha il suo nuovo allenatore: è il cuneese Marco Fenoglio. La società del presidente Giancarlo Augustoni, infatti, la scorsa settimana ha rotto gli indugi comunicando il successore di Mauro Barisciani sulla panchina dei “Biancoblù”. La scelta, dunque, è caduta sull’attuale tecnico della Nazionale Slovacca. Fenoglio ha un palmares non indifferente con scudetti, Coppe Italia e Champions vinte in giro per l’Italia e in Europa. In campo femminile ha guidato squadre di A1 dalle grandi tradizioni come Bergamo, Novara, Monza e Modena.

Campioni.cn ha raggiunto telefonicamente in Slovacchia il neo tecnico del Vbc Marco Fenoglio, che ha spiegato le ragioni della sua scelta, oltre a farci conoscere qualcosa in più di se. Coach, cosa l’ha convinta ad accettare la panchina del Vbc? “Era da un po’ di tempo che volevo tornare a occuparmi di volley maschile.” – spiega coach Fenoglio – “Mi ha convinto la serietà del progetto e delle persone che ne fanno parte, alcune delle quali già conoscevo. Penso che quella del Vbc sia una scelta giusta.” Su quali fondamenta si basa la sua pallavolo? “Il mio credo principale è il lavoro in palestra” – continua il neo tecnico dei biancoblù – “Solo dando il massimo durante gli allenamenti si possono ottenere dei risultati”.

Che squadra sarà il Vbc che affronterà per il quarto anno consecutivo il campionato di serie A2? “E’ ancora presto per dirlo” – spiega il tecnico della Nazionale Slovacca – “Anche perché prima dobbiamo capire quali giocatori resteranno in organico. E’ chiaro che i primi tasselli da riempire saranno il palleggiatore e l’opposto, per poi cercare di investire su giovani di talento in grado di ben figurare.” Va a occupare una panchina che per sei anni è stata di Mauro Barisciani, un tecnico che ha saputo costruire un feeling particolare con la tifoseria.

Sente il peso di questa “eredità”? “Sinceramente no” – spiega Fenoglio – “La mia esperienza nel mondo della pallavolo mi consente di affrontare questa esperienza a spalle larghe e con la giusta serenità.” Cosa si sente di promettere alla tifoseria biancoblù? “Non sono il tipo da proclami o promesse e preferisco restare con i piedi ben piantati sul terreno.” – spiega senza mezzi termini il neo tecnico del Vbc  – “E’ chiaro che mi piacerebbe vedere il palazzetto sempre pieno, ma la mia priorità al momento è quella di puntare sul lavoro, cercando sempre di dare il massimo.”  

Matteo La Viola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore