/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | martedì 12 giugno 2018, 08:00

Calcio serie C - Il gladiatore del Cuneo Andrea Rosso stila il bilancio della stagione e pensa al futuro: “Se si costruisce qualcosa di buono sono pronto a restare”

Il centrocampista del Cuneo Andrea Rosso attende di conoscere i programmi della società prima di chiarire il suo futuro. Per l’ex calciatore di Cremonese e Pro Vercelli non mancano le richieste, soprattutto dopo due stagioni giocate ad alto livello.

Andrea Rosso in un'immagine di repertorio (foto sito A.C. Cuneo 1905)

Andrea Rosso in un'immagine di repertorio (foto sito A.C. Cuneo 1905)

E’ stato tra i protagonisti della salvezza del Cuneo. Stiamo parlando di Andrea Rosso, tra i “gladiatori” dello doppio confronto play-out contro il Gavorrano. L’ex giocatore di Cremonese, Pavia e Pro Vercelli ha disputato la sua seconda stagione in maglia biancorossa, ottenendo prima la promozione in serie C, per poi brindare alla permanenza nella terza serie Nazionale. Insomma, due anni che si sono chiusi con la conquista degli obiettivi prefissati. Gladiatore, ma anche stakanovista!. Rosso, infatti, quest’anno è stato anche uno dei calciatori più presenti in campo con ben 38 presenze tra campionato e coppa Italia, e anche la soddisfazione di aver realizzato un gol.

Non male per un calciatore abituato a giocare davanti la difesa e con il compito di fare da filtro tra difesa e centrocampo. Ma Rosso il suo compito lo ha svolto in maniera egregia, con tecnica, esperienza, ma soprattutto con grande intelligenza tattica. Anche i tredici cartellini gialli rimediati in stagione la dicono lunga sullo spirito di sacrificio del trentatreenne piemontese. Ma che stagione è stata secondo il diretto interessato? “Stupenda!” – afferma senza mezzi termini Andrea Rosso – “Abbiamo raggiunto un obiettivo che era complicato da raggiungere. Siamo partiti con qualche problemino che siamo riusciti a risolvere strada facendo.” 


Qual è stato il momento più difficile della stagione? “Credo i primi mesi di campionato” – continua Rosso – “Anche perché non riuscivamo ad esprimerci come volevamo. Le pesanti sconfitte di ottobre rimediate con Lucchese, Livorno e Olbia sono state come delle bastonate dal punto di vista psicologico. Un altro momento difficile lo abbiamo vissuto nel finale di campionato, quando stava subentrando la consapevolezza di essere condannati ai play-out.” Quando avete capito che, nonostante i risultati non fossero confortanti, potevate ottenere la salvezza? “La settimana prima dei play-out è stato probabilmente il momento clou.” – continua il centrocampista del Cuneo – “Per una serie di motivi in quella settimana ci siamo stretti nello spogliatoio in ma

niera determinante. In fondo, però, abbiamo sempre creduto nella salvezza.”  Ma qual è il futuro di Andrea Rosso? Resterai a Cuneo? “Ho ancora un altro anno di contratto con il Cuneo.” – spiega l’esperto centrocampista – “Aspetto tuttavia di conoscere i progetti della società. Se le cose verranno fatte bene e ci saranno programmi per costruire qualcosa di buono sarò contento di restare a Cuneo.  Mi auguro di cuore che si lavori per garantire continuità in questa categoria, anche perché Cuneo e la sua gente lo meritano”.

Matteo La Viola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore