/ Volley

Che tempo fa

Cerca nel web

Volley | giovedì 12 luglio 2018, 17:38

Volley, Serie A2 - Ora è ufficiale, il VBC Mondovì ha acquistato Jernej Terpin

Confermata l'indiscrezione di campioni.cn che vi aveva parlato di "trattativa ben avviata"

Vi avevamo parlato di trattativa ben avviata per portare Jernej Terpin a Mondovì e così è stato. Il VBC Mondovì ha ufficializzato l'acquisto dello schiacciatore goriziano, che ha già esordito anche in Champions League. Un grande colpo per la società monregalese, che acquista un giocatore dal sicuro avvenire, che potrà crescere moltissimo sotto la guida di coach Fenoglio.

IL COMUNICATO

Un altro gran colpo di mercato per il VBC Mondovì, che si aggiudica le prestazioni del talentuoso schiacciatore goriziano Jernej Terpin per le prossime due stagioni. Nato il 21 giugno 1996, Jernej appartiene alla minoranza linguistica slovena friulana e vive in un piccolo paese di 800 anime in provincia di Gorizia, San Floriano del Collio. Ha da poco compiuto 22 anni e proviene dalla Gi Group Monza, con la quale ha disputato gli ultimi due campionati di SuperLega.
 
La sua carriera inizia prestissimo: a soli otto anni milita nell’Olympia Gorizia, dove percorre tutta la trafila nelle giovanili. A 16 anni vince il campionato di serie C e la stagione successiva trascina la neo promossa compagine friulana al quarto posto della B2. Ottenuto il diploma di maturità, nel 2015 si trasferisce a Lubiana e, contemporaneamente, frequenta l’Università pur giocando a volley. Stagione indimenticabile quella del 2015/2016 all’ACH Volley Ljubljana per Terpin: secondo posto in Coppa Slovena, vittoria del Campionato e successo pieno alla Mebza, la Coppa dell’est Europa, oltre ad una prestigiosa partecipazione in Champions League nel girone di ferro di Modena e Gdansk. Infine, l’esperienza con Monza.
 
“Alla Gi Group non ho avuto molte occasioni per esprimere il mio potenziale – racconta Jernej  –. Quest’anno un po’ di spazio sono riuscito a ritagliarmelo, arrivando anche a giocare una partita da titolare nella quale, tra l’altro, abbiamo vinto. Non vedo l’ora di dimostrare quel che valgo a Mondovì, dove ritroverò un caro amico, Matteo Pistolesi, con il quale abbiamo giocato insieme. Ho sentito molto parlare dell’allenatore Fenoglio e tutti mi hanno detto che insiste parecchio col lavoro, soprattutto sul piano fisico: esattamente ciò di cui ho bisogno. Mi sento pronto, anche se non nascondo di essere piuttosto emozionato”.
 

G.C.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore