/ Altri sport

Altri sport | 18 dicembre 2018, 17:13

Weekend positivo per il Pedona Rugby

Con il Chieri Rugby finisce 0 a 34

Weekend positivo per il Pedona Rugby

Campionato senior: Chieri Rugby 0 / Cuneo pedona Rugby 34

Quest’anno pare che il Cuneo Pedona Rugby  sappia soltanto vincere.  Dopo quattro domeniche di stop, tra pausa dei campionati e due partite rinviate a gennaio dalla Federazione (contro Valtanaro e La Drola Torino), i cuneesi hanno affrontato la trasferta sul difficile campo di Chieri, squadra terza nella classifica del girone e che proprio contro i ragazzi di Favilla e Gonzales  si giocava l’ultima possibilità di riagganciare almeno il secondo posto, utile per accedere ai play off promozione.
I cuneesi dopo i primi dieci minuti dell’incontro, trascorsi in sostanziale equilibrio, hanno cominciato a premere sugli avversari, schiacciandoli nella loro metà campo, ma senza riuscire a portare a segno punti, per la difesa molto attenta e fisica dei padroni di casa, che strutturavano il proprio gioco cercando di allontanare la palla dalla loro area di meta con lunghi lanci al piede, sui quali si lanciavano le linee arretrate per cercare di cogliere i cuneesi in contropiede, ma senza risultati utili.

Sblocca la partita un calcio piazzato del mediano Garuti alla mezz’ora (0/3), seguito da una meta dell’estremo Sciaccaluga nell’ultima azione della prima frazione di gioco, quando dopo aver fermato un’incursione avversaria in prossimità della linea di meta del Cuneo, riesce a ripartire al piede superando in velocità gli avversari presi in controtempo ed a posare l’ovale nell’area di meta del Chieri. Finisce la prima frazione, 0 / 8 per i cuneesi, ma risultato ancora aperto.  

Ripresa veemente del Cuneo, che nella seconda frazione della partita riesce a segnare ben quattro mete con poderose percussioni dei giocatori della mischia, che hanno letteralmente schiacciato gli avversari, i quali in tutto il secondo tempo non sono quasi mai riusciti a superare la linea di metà campo. Due mete del pilone Rossi, autore di una prova maiuscola, una marcatura ciascuno per le terze linee Verra e Matteo.

Soddisfazione in casa cuneese, per il risultato, per la qualità del gioco e per la prestazione atletica. Il Cuneo Pedona Rugby è saldamente in testa al girone, a pari punti con il Volvera Rugby, ma con una partita in meno (verrà recuperata il 13 gennaio) ed una miglior differenza punti. I play off promozione, traguardo a cui la società non pensava ad inizio campionato, sono veramente ad un passo.

Squadre giovanili 

Fine settimana positivo anche per i giovani, nel pomeriggio del sabato l’under 14 in trasferta annichilisce letteralmente i pari età del  Rugby Rivoli, 52/19 il risultato finale, con i ragazzi di Orengo e Malavolti che mettono al sicuro il risultato già nella prima frazione di gioco, 47/7 all’intervallo, ripresa in scioltezza controllando la partita senza patemi fino al fischio finale.

Sugli scudi pure l’under 16 (in franchigia con Chieri), che superano 30/10 i liguri del FTGI di Recco, per la soddisfazione del coach Poma Genin, con i cuneesi Roagna, Bovi ed Olla in evidenza.

Menzione a parte per l’under 18, che concludendo al secondo posto il girone eliminatorio del campionato di categoria, si qualificano per la seconda parte della stagione al girone promozione per l’accesso in Elite. Soddisfatto il coach Sainato per l’obiettivo raggiunto: “ Siamo meritatamente nel girone delle migliori. Siamo riusciti quasi sempre a sviluppare il nostro gioco, che si basa sulla velocità e su una buona circolazione della palla. Abbiamo anche dimostrato una buona solidità mentale nei momenti importanti, come per la decisiva vittoria a Rivoli. Ci attende un girone molto impegnativo, quasi proibitivo, soprattutto fisicamente, ma questo traguardo è un premio per la nostra società, che è tra le poche della categoria in grado di schierare una squadra composta quasi interamente dai nostri ragazzi”.  

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium