/ Volley

Che tempo fa

Cerca nel web

Volley | 16 gennaio 2019, 22:13

Volley A2/M - Coppa Italia: La Synergy Arapi Mondovì è un “vulcano” attivo! I biancoblù travolgono il Catania per 3-0 e accedono alle semifinali

I biancoblù di Marco Fenoglio superano la Elios Messaggerie Catania e si qualificano per le semifinali di Coppa Italia. Il Mondovì affronterà Bergamo in trasferta. Morelli torna a ruggire.

Una immagine di repertorio di Omar Biglino (foto Giulia Cannizzaro)

Una immagine di repertorio di Omar Biglino (foto Giulia Cannizzaro)

SEQUENZA SET: (25-17; 25-19; 25-21)

Davanti a pochi intimi, la Synergy Arapi Mondovì “strapazza” la Elios Messaggerie Catania per 3 a 0 e si qualifica per le semifinali di Coppa Italia. I biancoblù mercoledì prossimo affronteranno in trasferta l’Olimpia Bergamo, che nei quarti ha eliminato la Monini Spoleto (3-1). L’impegno infrasettimanale e soprattutto la finale di SuperCoppa Italiana tra Juventus e Milan, dunque, hanno condizionato il numero degli spettatori presenti al Pala Manera per questo impegno di Coppa. I tifosi però, hanno fatto sentire ugualmente il loro calore alla squadra, che li ha ripagati con una prestazione maiuscola. Un successo limpido per il Vbc, apparso come al solito coeso e con molteplici, ma sempre con micidiali alternative di gioco.

Non è un caso, infatti, che al termine della gara siano stati quattro i giocatori biancoblù andati in doppia cifra: Morelli (14), Terpin (10), Kollo (13), Biglino (10). Coach Fenoglio ha lasciato inizialmente in panchina  Michele Morelli, ancora non in perfette condizioni fisiche. L’opposto foggiano, però, poco dopo ha fatto il suo ingresso in campo, facendo esplodere tutta la sua potenza. Riposo meritato, invece, per Borgogno, tra i protagonisti della vittoria nella trasferta di Santa Croce. Il Catania ha fatto il possibile per opporsi alla forza del Vbc, ma il divario tecnico tra le due formazioni in alcuni momenti del match è apparso lampante. Al termine dell’incontro coach Fenoglio è apparso piuttosto irritato per alcune esternazioni provenienti dal team siciliano. Di seguito vi proporremo la sua risposta piuttosto eloquente.

Si comincia con gli ospiti subito insidiosi con gli attacchi di Cesare Gradi, che permettono al Catania di portarsi in vantaggio sul 3-5. Il Vbc si rimette subito in sesto grazie a Kollo, che realizza il punto del 5-5. Il match cambia d’improvviso. Dal possibile 8-10, con l’ausilio del videocheck si passa prima al 9-9 e subito dopo al 12-9 per i padroni di casa. Anche Terpin inizia ad “alzare la voce” con percentuali d’attacco altissime, e i punti di vantaggio del Vbc salgono a cinque sul 19-14. I monregalesi ormai sono in fuga e per Pistolesi e company anche il punteggio (21-15) inizia ad essere più rassicurante. E’ il prologo della conquista del set, che avviene poco dopo con i biancoblù che chiudono in grande scioltezza il primo set per il definitivo 25-17.

SECONDO SET: Gradi cerca di tenere a galla i siciliani, ma dopo una ripartenza all’insegna dell’equilibrio, il Vbc torna avanti sul 7-5. Due ace di Biglino danno il là a una nuova fuga dei padroni di casa, che vanno sul 14-9. Anche Bonacic e Corrado cercano di tenere a galla il Catania, ma gli uomini di Fenoglio continuano a mantenere un discreto vantaggio. Morelli, inizialmente in panchina, scalda i muscoli e mette a terra punti pesanti. Poco dopo si registra il buon momento per gli ospiti, che approfittano di alcune indecisioni dei padroni di casa per portare il distacco a soli tre punti sul 20-17. Le speranze dei siciliani di recuperare lo svantaggio, però, si spengono rapidamente, visto che i biancoblù chiudono a proprio favore anche il secondo parziale per 25-19.

TERZO SET: Avvio col botto per i siciliani con Bonacic protagonista. La Elios sfrutta ogni occasione e si porta in vantaggio sul 2-6. Morelli raggiunge la doppia cifra e il Vbc si avvicina a due lunghezze dagli avversari. Poco dopo lo imita Terpin, ma gli ospiti restano ancora avanti di due punti sul 9-11. Nuovo break del Catania, che torna a +4. Da questo momento la Synergy inizia a utilizzare le marce altre e sfruttando anche gli ace di Treial, i padroni di casa mettono la freccia per un sorpasso, probabilmente definitivo. Il Mondovì mantiene il vantaggio e alla fine chiude la pratica Catania con il sigillo finale di 25-21 e un 3-0 che esprime appieno il rendimento in campo.

Matteo La Viola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium