/ Calcio

Calcio | 17 gennaio 2019, 14:04

Eccellenza: giudice sportivo, mano pesante sul Saluzzo

Quattro giornate di squalifica per mister Viale, sei turni a Provenzano e Serra, tre a Serino...

Eccellenza: giudice sportivo, mano pesante sul Saluzzo

Mano pesante del giudice sportivo sul Saluzzo in seguito all'ultimo turno di campionato (16^giornata, sconfitta per 2-1 in casa del Castellazzo).

Un incontro vibrante, i cui fatti sono stati ricostruiti dall'autorità competente che ha ravvisato diverse condotte illecite da parte degli ospiti.

Squalificato per quattro gare mister Silvio Viale "Allontanato dal campo per condotta gravemente irrispettosa, consistente nell'aver protestato nei confronti della terna arbitrale con espressioni volgari e platealmente denigratorie del loro operato. Alla notifica dell'espulsione rivolgeva insulti all'arbitro"

Sei turni a carico di Antonino Provenzano, ecco la motivazione: "A seguito dell'allontanamento dell'allenatore del Saluzzo, dalla panchina il signor Provenzano iniziava a inveire nei confronti dell'assistente arbitrale n.1 e a minacciarlo ripetutamente. Alla notifica del provvedimento di espulsione reiterava le ingiurie e le minacce, anche nei confronti del direttore di gara. L'entità della sanzione tiene conto della gravità e della violenza delle espressioni utilizzate."

Tre giornate anche a Simone Serino "Per condotta violenta consistente nell'aver rivolto minacce al direttore di gara". 

Fermato per sei giornate Marco Serra "Al termine della gara l'arbitro veniva affrontato sul terreno di gioco da 7/8 giocatori del Saluzzo, capitanati dal signor Marco Serra, i quali contestavano le decisioni del direttore di gara e gli impedivano di uscire dal terreno di gioco. In particolare il signor Serra rivolgeva frasi irriguardose all'arbitro e lo affrontava nuovamente nella zona degli spogliatoi, proferendo in tali occasioni ingiurie e minacce all'indirizzo dello stesso, accompagnando tali frasi ad atteggiamento violento, consistente nell'aver tirato un pugno alla porta del proprio spogliatoio. L'entità della sanzione tiene conto del ruolo del giocatore, che vestiva la fascia di capitano."

Inibito fino al 15 febbraio il dirigente Andrea Dematteis, "allontanato dal campo per condotta gravemente irrispettosa, consistente nell'aver insultato il direttore di gara colpendo contestualmente la panchina con un pugno, a seguito dell'espulsione di un giocatore del Saluzzo".

Un turno di stop anche per Lorenzo Caula.

Infine la società multata di 200 euro "Per la condotta gravemente irrispettosa ed antisportiva dei propri tesserati nei confronti della terna arbitrale".

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium