/ Volley

Che tempo fa

Cerca nel web

Volley | 17 gennaio 2019, 08:48

Volley femminile A1, Coppa Italia: Cuneo cade contro Novara nell'andata dei quarti

L'Igor Gorgonzola Novara si impone per 3-0 al PalaUBIBanca, domenica la gara di ritorno. Pistola: "Avremmo potuto approcciare meglio alla partita"

Wilma Salas, schiacciatrice della BOSCA S.BERNARDO CUNEO, in azione contro la Igor Gorgonzola Novara (Credit Marco Collemacine MC Fotoreporter)

Wilma Salas, schiacciatrice della BOSCA S.BERNARDO CUNEO, in azione contro la Igor Gorgonzola Novara (Credit Marco Collemacine MC Fotoreporter)

Dopo la splendida vittoria del 26 dicembre, che aveva inflitto alla capolista Novara la prima sconfitta stagionale, la Bosca S.Bernardo Cuneo non riesce a ripetersi e nell’andata dei quarti di finale della Samsung Galaxy A Coppa Italia cede 0-3 al Pala UBI Banca alla Igor Gorgonzola.

Nella gara di ritorno, in programma domenica al Pala Igor di Novara, alle ragazze di coach Barbolini basterà quindi conquistare un set per accedere alle Final Four di Verona.

La Bosca S Bernardo Cuneo di coach Pistola scende in campo con Bosio in regia, Van Hecke opposto, Menghi e Zambelli centrali, Cruz e Salas in banda, Ruzzini libero. Dall’altra parte della rete la Igor Gorgonzola Novara di coach Barbolini risponde con Carlini al palleggio in diagonale con Egonu, Chirichella e Veljkovic al centro, capitan Piccinini e Bartsch schiacciatrici, Sansonna a presidiare la seconda linea.

L’avvio di gara è convincente per la formazione ospite, che impone subito un ritmo alto alla gara con la sola Van Hecke a provare a tenere a galla le cuneesi. Novara sale 2-5 grazie a tre punti consecutivi di Bartsch e allunga fino al 7-12, costringendo la panchina biancorossa al primo time-out del match. La Igor continua a macinare gioco, sbagliando poco in attacco e disputando una buona gara sia a muro che in difesa, con coach Pistola che sul 10-18 tenta un doppio cambio inedito, inserendo Markovic e Baiocco per Salas e Cruz. L’inerzia della gara resta però tutta per le novaresi, che grazie ad un ottimo turno in battuta di Veljkovic (due ace in fila) chiudono il primo set 12-25 (0-1).

Ottima la partenza ospite anche nel secondo parziale: sul 3-6 coach Pistola richiama in panchina le sue ragazze, e sul 4-10 cambia il palleggio, inserendo Kaczmar per Bosio. Il gap resta invariato fino all’11-17, momento in cui torna in campo Salas per Markovic, con le ragazze di coach Barbolini che allugano ulteriormente fino a chiudere 16-25 (0-2).

I troppi errori cuneesi permettono alla Igor di partire bene anche nel terzo set (1-5), con Salas che prova a ridurre lo svantaggio e porta la BOSCA S.BERNARDO a -2 (5-7). Un ace di Egonu, seguito da un muro di Chirichella permette a Novara di tornare a +5 (6-11), momento in cui Mancini fa il suo ingresso in campo per Menghi. La Egonu continua però a dimostrarsi inarrestabile, con le ospiti che allungano ancora nonostante un nuovo cambio al palleggio cuneese, con Bosio che torna in campo sul 12-19. Una reazione di orgoglio delle biancorosse, con Salas, Markovic (ace) e Van Hecke sugli scudi, permette alla BOSCA S.BERNARDO CUNEO di riavvicinarsi e costringe coach Barbolini al primo time-out ospite della gara sul 16-21. Le gatte non si fermano e arrivano a 2 lunghezze di distanza (21-23) grazie ad un’ottima Salas, ma l’ingresso di Nizetich permette alla Igor di salire 21-24 e di chiudere grazie ad un primo tempo di Veljkovic 22-25 (0-3).

«Stasera - dichiara Andrea Pistola, coach della BOSCA S.BERNARDO CUNEO - avremmo dovuto tenere percentuali di attacco più alte per creare problemi a Novara, ma soprattutto nei primi due set abbiamo fatto molta fatica, complice la loro ottima correlazione muro-difesa. La Igor stasera ha giocato davvero molto bene, ricevendo benissimo, ed è una squadra che se può giocare con la palla in testa alla palleggiatrice ha delle attaccanti incredibili. Non siamo stati bravi a reagire nelle difficoltà, ci eravamo proposti di ‘goderci’ questa partita ma abbiamo fatto l’esatto opposto, subendo la pressione. Contento per la prestazione soprattutto nel terzo set della Salas, che sta continuando a crescere e può essere una pedina molto importante nel proseguo del campionato. Rimane il rammarico perchè avremmo potuto approcciare meglio alla partita; al ritorno cercheremo di onorare la gara, ben consapevoli che sarà difficilissimo vincere 3-0 in casa della prima in classifica».

«Era una partita difficile - dichiara Massimo Barbolini, coach della Igor Gorgonzola Novara - perché un mese fa Cuneo aveva dimostrato di poterci mettere ampiamente in difficoltà,, ma devo fare i complimenti alle mie ragazze perché con questa formula di andata e ritorno riuscire a fare un buon punteggio oggi era importante. La squadra lo ha capito perché non ha mai mollato e non è mai calata, giocando due set e mezzo ad un’intensità altissima. Siamo contenti perché abbiamo giocato bene contro una buona squadra: un bel primo passo verso le Final Four di Verona».

Archiviata questa gara la BOSCA S.BERNARDO CUNEO tornerà in campo domenica 20 gennaio alle ore 17 al Pala Igor di Novara per la sfida di ritorno.

In campionato, invece, le biancorosse saranno protagoniste la domenica successiva, 27 gennaio, per la sfida casalinga con la Pomì Casalmaggiore (ore 17, Pala UBI Banca). 

 

Bosca S.Bernardo Cuneo – Igor Gorgonzola Volley 0-3 ( 12-25 / 16-25 / 22-25 )

BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Bosio, Van Hecke 13, Zambelli 2, Menghi 3, Cruz (C) 2, Salas 11, Ruzzini (L); Baiocco, Markovic 1, Mancini, Kaczmar 1. N.e: Kavalenka.All.: Pistola. II All.: Petruzzelli. Ricezione positiva: 84%. Attacco: 32%.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Carlini 1, Egonu 20, Chirichella 10, Veljkovic 10, Piccinini 3, Bartsch 14, Sansonna (L); Nizetich 1, Zannoni. N.e.: Stufi , Bici, Plak, Camera.All.: Barbolini. II All.: Baraldi.Ricezione positiva: 93%. Attacco: 51%.

Durata: 19’, 20’, 26’

SPETTATORI: 2213

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium