/ Altri sport

Altri sport | 22 gennaio 2019, 09:28

"200 Killer Reps": a Grugliasco La Tana dei Pitt di Cuneo conquista il podio

Nella palestra “Hurricane Fight School” un evento per gli amanti delle prove estreme unico nel suo genere : “200 Killer Reps” che consisteva nel fare 200 squat in tre sessioni con poco recupero tra le stesse.

"200 Killer Reps": a Grugliasco La Tana dei Pitt di Cuneo conquista il podio

Domenica 20 gennaio a Grugliasco nella palestra “Hurricane Fight School” si è svolto un evento, unico nel suo genere, per gli amanti delle prove estreme dal titolo: “200 Killer Reps” che consisteva nel fare 200 squat in tre sessioni con poco recupero tra le stesse.

Oltre 50 atleti partecipanti, fra Piemonte, Lombardia e Liguria. Ad ogni sessione, maschile e femminile, il peso veniva alzato di 10-20 Kg a seconda del peso dell’atleta. In palio oltre al trofeo, l’ambito cinturone stile “Wrestling” in cuoio, alto una ventina di centimetri con la targa incisa in acciaio.

Lo staff di Marcus Ripandelli Marinelli, noto culturista showman che vanta partecipazioni a vari programmi televisivi e gare nazionali e internazionali di Bodybuilding, ha preparato il palco, la passerella, le luci, la colonna sonora scelta dall’atleta, laser, tutto ben amalgamato con l’essenza dello sport vero, quello fatto di sudore, di crescita in se stessi e unito dal motto “La tua mente, la tua forza, il tuo cuore”.

La Tana dei Pitt di Cuneo, guidata dal suo coach “Pitt” alias Fabio Foschi presentava due atlete: Yeni Garcia (già vincitrice di Mister Universo Fashion Fitness il mese scorso) e Sara Monge.

Presenti dalla mattina, alle 17 del pomeriggio l’esordio di Yeni: i secondi scanditi dal cronometro, il sudore che scorre, i femorali che iniziano a bruciare, le urla dei supporter, la testa che non cede e ci crede, insiste, le pupille si dilatano, i battiti scandiscono l’ansia della prestazione, aumenta il ritmo che è sempre cadenzato e costante, dietro agli incitamenti davanti a lei del Mister Pitt e il suo tempo conquista il gradino più alto del podio.

Arriva il turno di Sara: pubblico festoso, inizia la sua prova in scioltezza, guadagna terreno e conclude qualche secondo più tardi. Atmosfera da grandi eventi, emozioni palpabili, liberatorie.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium