/ Altri sport

Altri sport | 14 febbraio 2019, 11:06

Motori: la neve fresca ed il sole tradiscono Carlo Merenda al Montecarlo historique

Si è svolta la 22^edizione della manifestazione

Motori: la neve fresca ed il sole tradiscono Carlo Merenda al Montecarlo historique

La XXIIa edizione del Rally di Montecarlo Historique, disputatosi dall’1 al 6 febbraio, ha lasciato l’amaro in bocca a Giorgio Schon e Carlo Merenda.

Un Montecarlo che quest’anno ha fatto rivivere gli anni memorabili in cui pioggia, neve, vento, erano la normalità e che quest’anno ha reso la vita difficile agli oltre trecento equipaggi partecipanti, falcidiando molti dei pretendenti alla vittoria finale.

L’equipaggio Schon Merenda, su Lancia Beta Montecarlo partito con il n. 47 dalla bella cornice del palazzo del senato a Milano, con start tecnico di fronte alla sede dell’Automobil club Milano in corso Venezia, passerella nella centralissima piazza Duomo, nei primi due giorni di gara è riuscito a inserirsi nella prima posizione degli equipaggi con la velocità alta (una delle tre categorie in cui erano suddivisi i concorrenti, le altre sono velocità media e bassa) e quarti nella classifica assoluta, di conseguenza hanno avuto il privilegio di partire per primi nelle successive fasi di gara, affrontando le prove nelle più ardue condizioni meteo.

Lunedì mattina con tempo bello arriva la doccia fredda; una banale sbandata faceva innevare l’auto in auna zona dove non c’era pubblico e l’equipaggio da solo non è riuscito a rimettere la vettura in carreggiata, se non dopo l’intervento di un fuoristrada che ha rimesso in carreggiata la vettura solo a fine del passaggio di tutti gli equipaggi, perdendo di fatto la gara. Ripartiti senza nemmeno un graffio alla carrozzeria accumulavano oltre 100.000 penalità che di fatto gli relegava al fondo della classifica.

Smaltita parte dell’arrabbiatura, nonostante la delusione, molto sportivamente, hanno comunque voluto continuare, partecipando all’ultima giornata ancora con ottimi tempi sulle prove e con un eccellente terzo tempo nell’ultima prova da Lantosque-Luceram. Un risultato che non fa giustizia alla bella prestazione, ma questo è il gioco e servirà come esperienza per le prossime avventure.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium