/ Sport invernali

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport invernali | 22 febbraio 2019, 10:19

Mondiali Junior in Val di Fassa, fuori nella seconda manche Carlotta Saracco

Vince la slovena Meta Hrovat con un tempo di 1’,47”,70/100

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Si può sbagliare una volta, ma non due quando conta per le medaglie. E  così Meta Hrovat (ASK Kranjska Gora) che, nonostante sia nata nel 1998  ha già una buona esperienza di Coppa del Mondo alle spalle, dopo  essere uscita nella seconda manche del Gigante dei Campionati Mondiali  Junior quando guidava la gara, ha fatto tesoro dell'esperienza  aggiudicandosi l'oro in Slalom. L’atleta slovena chiuso la gara nel  tempo totale di 1’,47”,70/100, con 89/100 di margine sulla svizzera  Aline Danioth (Ski Club Andermatt) e 1”,28/100 sulla svedese Elsa Haakansson Fermbaeck (Vemdalens If), risalita dalla quarta piazza.  Appena fuori dal podio l'Aspirante slovena Neja Dvornik (SK Dvornik  Transport).

Quinta la prima delle azzurre, Lara Della Mea. La  tarvisiana del Centro Sportivo Esercito era anche la più attesa, dopo  quanto ha mostrato nei Mondiali di Aare e in Coppa del Mondo, ma ha  rimediato un distacco importante nella prima manche senza riuscire a  risalire, anche perché nella seconda ha fatto segnare solo il  ventunesimo tempo parziale. Alla fine ha chiuso con 1”,85/100 di  distacco da Meta Hrovat. Nona Marta Rossetti (Fiamme Oro Moena) e solo  ventinovesima la torinese Anita Gulli (Centro Sportivo Esercito), che  ha chiuso fuori dalle trenta la prima manche e ha trovato la pista  rovinata nella seconda.

Fuori invece nella seconda manche Carlotta  Saracco (Centro Sportivo Esercito), che era trentunesima dopo la prima  manche.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium