/ Calcio

Calcio | 27 febbraio 2019, 18:58

Eccellenza - Alfieri Asti-Moretta, annullato lo 0-3 a tavolino: l'incontro si giocherà mercoledì 6 marzo

La precedente sentenza è stata ribaltata dalla Corte d'Appello che ha accolto il ricorso dell'Alfieri Asti

Eccellenza -  Alfieri Asti-Moretta, annullato lo 0-3 a tavolino: l'incontro si giocherà mercoledì 6 marzo

Sarà giocata sul campo Alfieri Asti-Moretta, partita della 18^giornata del girone B di Eccellenza originariamente in programma per domenica 27 gennaio.

L'incontro fu rinviato per l' impraticabilità del terreno di gioco, ghiacciato dopo neve e temperature polari delle ore precedenti.

Nell'occasione il giudice decretò la sconfitta per 0-3 a tavolino della società ospitante ravvisandone responsabilità in qualche modo dirette ma la sentenza è stata ribaltata dalla Corte d'Appello che ha accolto il ricorso dell'Alfieri Asti. 

Annullata, dunque, la vittoria conseguita dal Moretta. L'incontro sarà disputato mercoledì 6 marzo con fischio d'inizio alle 20.30.

 

Il provvedimento

Con ricorso inviato in data 13.2.2019 la Società ALFIERI ASTI si duole del provvedimento indicato in oggetto con cui il Giudice Sportivo ha sanzionato la medesima Società con la perdita della gara e ne chiede l'annullamento con conseguente disputa della gara in altra data.

La società ricorrente sostiene di aver regolarmente ottemperato a quanto disposto in materia di rimozione della neve dal terreno di gioco (C.U. n.1 del 2.7.2018 C.R. Piemonte e Valle d'Aosta). Tuttavia, le bassissime temperature dei giorni antecedenti l'incontro, favorivano la formazione di ampie lastre di ghiaccio sul campo. Constatata la situazione, il giorno 25 gennaio veniva contattata la società avversaria per concordare la disputa della gara su altro impianto sportivo ma, tra le soluzioni di luogo e di orario prese in considerazione in contraddittorio, l'unica sede in cui avrebbe potuto essere disputato l'incontro era l'impianto sportivo “Pochissimo” di Fossano. Vista la situazione, considerato che si sarebbe trattato di una trasferta oltremodo scomoda che non avrebbe consentito partecipazione di pubblico, oltretutto in località poco distante dalla sede della società che, da calendario, avrebbe dovuto essere ospite, si decideva di “affidarsi alla sorte” confidando in un miglioramento del tempo.

Copia del reclamo è stata ritualmente inviata alla controparte la quale ha fatto pervenire controdeduzioni in cui, contestando la ricostruzione degli eventi operata dalla ricorrente, si adombrano pesanti sospetti sulla buona fede della condotta della società ALFIERI ASTI.

Nella seduta del 22.2.2019, il Presidente dell'ALFIERI ASTI sig. Ignazio Colonna, assistito dall' avv. Davide Gatti, sentito dalla Corte per averne fatto richiesta a norma dell'art. 44 comma 1 C.G.S., confermava il contenuto del ricorso ed il difensore, previa precisazione che la decisione di non disputare la gara era assolutamente ineccepibile, insisteva per l'accoglimento della richiesta. Il ricorso merita accoglimento.

Va innanzi tutto precisato che la circostanza della tempestiva attivazione della ricorrente in ragione delle cattive condizioni del campo trova piena conferma nel reclamo proposto al Giudice Sportivo dall’ US MORETTA in cui, peraltro, si sono evidenziate negligenze da parte della Società padrona di casa nello sgombero della neve caduta prima delle 72 ore antecedenti l'inizio della gara.

Va altresì considerato il referto arbitrale che recita: “Il sottoscritto, accompagnato dai due capitani, alle ore 14,30 si recava sul terreno di gioco per verificarne le condizioni. Il terreno di gioco si presentava con fondo ghiacciato e buona parte di esso era ricoperta da lastre di ghiaccio, nonostante la neve fosse già stata posizionata oltre le linee perimetrali. Si allega al referto un preannuncio di reclamo presentatomi dalla società ospitata.”

Ora, considerato che il direttore di gara non ha rilevato alcun inadempimento dell'onere di sgombero della neve, atteso che sia le dichiarazioni scritte rese dalle due società sia la documentazione fotografica prodotta sono ampiamente divergenti, questa Corte ritiene equo concedere alla ALFIERI ASTI il beneficio del dubbio in punto negligente ottemperanza degli obblighi della Società ospitante, lasciando che sia l'attività sportiva e non un rigoroso verdetto assunto a tavolino a determinare il risultato della gara. Per questi motivi la Corte Sportiva d'Appello, in accoglimento del reclamo,

ANNULLA il provvedimento impugnato disponendo la fissazione in altra data della gara ALFIERI ASTI – MORETTA.


 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium