/ Arti marziali

Arti marziali | 04 marzo 2019, 11:12

Judo - L’atleta braidese Nicolò Busia dell’Akiyama Settimo si aggiudica il titolo italiano cadetti maschili

Al PalaPellicone di Ostia l’Akiyama Settimo Torinese ha vinto anche la classifica per società maschile e femminile

Judo - L’atleta braidese Nicolò Busia dell’Akiyama Settimo si aggiudica il titolo italiano cadetti maschili

La città di Bra si colora nuovamente di bianco, rosso e verde. Si tratta del tricolore che caratterizza e distingue qualsiasi campionato sportivo italiano che, in questo caso, è il judo.

A portare sotto la Zizzola uno straordinario primato ci ha pensato Nicolò Busia, dopo oltre 15 anni.

Il giovane atleta braidese dell’Akiyama Settimo Torinese è, infatti, salito sul gradino più alto del podio al PalaPellicone di Ostia dove, sabato 2 marzo, si sono svolti i campionati italiani cadetti che fanno riferimento alla classe under 18.

Nicolò Busia si è imposto nella categoria 46 kg, grazie a tenacia e tecnica, frutto di un lavoro intenso che gli ha consegnato la cintura nera a soli 14 anni ed il riconoscimento come più giovane campione italiano. Spopolano sui social le foto dell’evento con tantissimi commenti positivi.

C’è anche un pensiero dello stesso Nicolò in calce all’immagine che lo ritrae felice in un bagno di emozioni: “La cintura nera, campione Italiano, i miei tecnici Massimo e Pierangelo Toniolo, la cintura è anche vostra!!! Grazie a tutta la Akiyama Family”.

Sul sito ufficiale della FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali) è possibile trovare tutti i numeri della manifestazione ed il primo commento a caldo del vincitore: “Un anno di lavoro intenso, insieme ai miei tecnici Pierangelo e Massimo Toniolo e Paolo Segontino mi hanno portato a diventare campione italiano. So che non è un punto di arrivo, ma è un punto di partenza con nuova consapevolezza. Un ringraziamento va anche ai miei compagni di palestra e ai miei uke che mi hanno aiutato a crescere. Oggi è stata una gara difficile, con molti avversari di alto livello, ma grazie alla mia determinazione e alla voglia di vincere ho ottenuto questo risultato. Un riconoscimento speciale va ai miei genitori che mi hanno supportato fin dall'inizio e mi hanno spronato nei momenti più difficili”.

Ed i genitori hanno scelto Facebook per esprimere la loro gioia: “Complimenti Nicolò, così bisogna iniziare...Italiani Cadetti ad Ostia, primo anno arriviamo in cima al mondo e prendiamo la cintura nera... cosa dire? Bravissimo Nicolò, ma non basta, premio come campione più giovane d'Italia, ora si ricomincia dall'inizio... con nuove sfide Nazionali ed Internazionali!”.

Nicolò Busia, nato sul tatami del Centro Judo Bra, si è trasferito all’Akiyama Settimo dei fratelli Toniolo, dove ha iniziato un percorso che, in soli due anni, lo ha portato ai vertici ed a indossare la cintura nera, il primo prestigioso traguardo per la carriera agonistica di un judoka. Con quattro incontri molto combattuti, Nicolò ha sbaragliato atleti di palestre rinomate come Nippon Napoli e Florida Roma, vincendo tutti gli incontri per ippon. Il suo cammino è stato inarrestabile, si è qualificato di diritto alla finale, grazie al piazzamento sul podio degli Italiani Esordienti B disputatosi nel dicembre scorso. Questo splendido risultato lo proietta di diritto ai Campionati Italiani 2020.

silvia gullino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium