/ Arti marziali

Arti marziali | 22 marzo 2019, 09:46

Arti marziali: buoni risultati per i giovani atleti del Judo Mondovì alla Turin Cup 2019

Le gare si sono tenute lo scorso weekend, sabto 17 e domenica 18 marzo e hanno coinvolto 900 atleti

Arti marziali: buoni risultati per i giovani atleti del Judo Mondovì alla Turin Cup 2019

La Turin Cup 2019, organizzata dall’ASD Crono Sport di Torino, con il patrocinio della Città di Torino ed in collaborazione con Fijlkam ed A.C.S.I., ha tenuto fede alle alte aspettative riposte in tutti gli appassionati della ‘Via della Cedevolezza’ del Prof. Jogoro Kano.

Sabato 17, e domenica 18 marzo, 900 atleti si sono sfidati, nel capoluogo piemontese, presso il palasport ‘Le Cupole’ di via Artom 111. Evento sportivo aperto alle categorie ‘Agonisti’, e ‘Pre-agonisti’, appartenenti alle classi Fanciulli, Bambini, Ragazzi, Esordienti, Cadetti, Juniores e Seniores, di ogni ordine di cintura. Regolamento Fijilkam valido per gli agonisti, mentre i non agonisti si sono battuti seguendo le direttive delle norme Fijilkam CR Piemonte.

Programma estremamente corposo, impreziosito dalla gare a squadre maschile, dal Gran Premio Cinture Nere I/II/III Dan e dall’allenamento gratuito, previsto il venerdì 15 marzo, aperto a  tutti i partecipanti.

L’ASD Judo Mondovì’ era rappresentata da due soli atleti, accompagnati, preparati, allenati e consigliati dal Maestro Alessandro Brizio. Mattia Iri (Esordiente B) conquistava un’onorevole 5° posto, frutto di una brillante vittoria per wazari all’esordio, e di altri due incontri in cui il monregalese doveva cedere il passo ad avversari similmente bravi e preparati. Stefano Mei (Juniores) doveva invece vedersela con un judoka Seniores di Grenoble: gara spettacolare e tecnica, combattuta a viso aperto da entrambi gli atleti, che alla fine vedeva uscirne vittorioso il trentacinquenne transalpino, che si arrendeva solo allo strapotere di Daniel Lombardo, medaglia di bronzo agli ultimi campionati di Tallin.

La Turin Cup 2019 è stata un’importante occasione di crescita per atleti, e staff tecnico monregalese, chiamati a confrontarsi ogni volta con difficoltà sempre maggiori.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium