/ campioni.cn

Che tempo fa

Cerca nel web

campioni.cn | 09 aprile 2019, 08:00

Generali Marathon 2019: in gara anche quattro portacolori dell'Atletica Acqua S.Bernardo Mondovì

Domenica 7 aprile quattro alfieri della squadra monregalese hanno preso parte alla 19a edizione della Maratona di Milano, quest’anno marchiata “Generali”

Generali Marathon 2019: in gara anche quattro portacolori dell'Atletica Acqua S.Bernardo Mondovì

Nel Marathon day italiano, domenica 7 aprile, quattro alfieri dell’Atletica Mondovì Acqua S. Bernardo hanno preso parte alla 19a edizione della Maratona di Milano quest’anno marchiata “Generali”: missione compiuta con il traguardo di Corso Venezia tagliato da tutti.

La gare dei professionisti è stata questione kenyana con Titus Ekiru e Vivian Kiplagat che hanno vinto sia la prova maschile che quella femminile battendo in entrambi i casi il record per una maratona corsa in Italia, favoriti da un percorso pianeggiante, temperature ideali nonostante qualche scroscio di pioggia che non ha però disturbato gli atleti. Ekiru ha corso i 42 chilometri e 195 metri della gara in 2h4’46”, mentre Kiplagat ha impiegato 2h22’25”.

Per i monregalesi, il più veloce è stato ancora una volta Fabrizio Moscarini che ha chiuso la sua fatica in 3h09’36” (627° assoluto e 30° di categoria): un buon test in vista dell’appuntamento clou della sua stagione con l’ Iron Triathlon di Nizza del 30 giugno. Staccato di poco il cebano Andrea “Buba” Borello capace di scendere a 3h11’50” (692° assoluto e 126° di categoria MM35). Buona anche la prova dell’altro cebano Gianluca Guffanti che si migliora di oltre 10 minuti chiudendo in 3h42’08” (601° di categoria MM45) e di Ferdinando Pace che tra gli MM60 giunge 38° in 3h45”16.

Questi i commenti dei protagonisti che ripercorrono così una giornata intensa, ma gratificante: “La giornata è iniziata molto presto con l'apertura degli ingressi all'area di partenza alle 7:00, un giro nel Parco Indro Montanelli, la preparazione e poi l’accesso al Gate di partenza. Dopo circa 1 ora di attesa lo sparo, che toglie tutte le tensioni pre gara. Adesso è ora di correre ognuno al suo ritmo, magari aiutandosi un po’ nei primi chilometri, ma decisi ad arrivare in fondo. Si parte da Porta Venezia, al 10 km il Duomo, più avanti la “City Life”, lo stadio di San Siro, il bellissimo Parco del Portello e per ultimo il Castello Sforzesco. L'emozione di tagliare il traguardo è sempre forte e dopo la finish-line tutta la fatica passa. E' stata una giornata da incorniciare, condivisa con i compagni dell’Atletica Mondovi Acqua S. Bernardo e gli accompagnatori al seguito.”

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium