/ Volley

Volley | 12 aprile 2019, 13:43

Volley femminile A1 - Playoff, Bosca S.Bernardo Cuneo a caccia di riscatto

Sabato 13 aprile alle 20,30 ritorno dei quarti di finale in casa dell’ Imoco Volley Conegliano

Le ragazze della BOSCA S:BERNARDO CUNEO, protagoniste dell'inattesa qualificazione ai playoff (credit Marco Collemacine - MC FOTOREPORTER)

Le ragazze della BOSCA S:BERNARDO CUNEO, protagoniste dell'inattesa qualificazione ai playoff (credit Marco Collemacine - MC FOTOREPORTER)

La Bosca S.Bernardo Cuneo è in viaggio verso il Veneto per la gara di ritorno dei quarti di finale della Samsung Volley Cup A1. Domani, sabato 13 aprile alle ore 20.30, la matricola terribile della massima serie ‘in rosa’ scenderà in campo contro le ‘pantere’ dell’ Imoco Volley Conegliano, campionesse italiane in carica, forti del successo al Pala UBI Banca nella sfida di andata.

Le ‘gatte’ cuneesi, nonostante abbiano messo in campo grande passione e ottima caratura tecnica, hanno alzato bandiera bianca di fronte ad una vera e propria corazzata: la Città di Cuneo ha reso omaggio a Cruz e compagne, ben comprendendo la difficoltà dell’impegno e l’evidente crescita del gruppo guidato da coach Pistola durante la stagione. La classe di Wolosz e compagne ha lasciato poco spazio al ‘cuore biancorosso’ che tornerà a pulsare nel ‘tempio’ veneto per pareggiare e proseguire la serie. Dopo l’andata in provincia Granda, le ragazze di coach Santarelli hanno centrato l’accesso alla finale di Berlino della CEV Volleyball Champions League: vittima illustre il Fenerbahce, liquidato con un doppio 3-0. Un' ulteriore carica per le gialloblù che nel corso delle tre gare sinora disputate contro la compagine cuneese non hanno concesso alcun set.

«Vogliamo onorare fino in fondo - dichiara Andrea Pistola, coach della BOSCA S.BERNARDO CUNEO - l’impegno di questa stagione. Dobbiamo cercare piena ‘gratificazione’ personale e professionale per la positiva crescita durante la stagione, sino all’ultima palla giocata. Possiamo ancora migliorare, consapevoli che Conegliano ci ha messo costantemente in difficoltà. Rispetto alla già buona gara di andata chiederò alle mie ragazze di giocare con più rischi in fase d’attacco, come se ogni pallone fosse quello decisivo, sin dalla prima battuta. Solo senza cali di tensione possiamo impensierire una tra le squadre più forti e complete di tutto il panorama europeo».

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium