/ Calcio

Calcio | 18 aprile 2019, 18:28

Serie C - La sfida salvezza riserva grandi emozioni, tra Cuneo e Albissola finisce 1-1

Martignago apre le danze, ma il Cuneo reagisce e stringe d'assedio i liguri. Nel finale arriva il meritato pari firmato da Defendi

Serie C - La sfida salvezza riserva grandi emozioni, tra Cuneo e Albissola finisce 1-1

Partita dalle mille emozioni al Paschiero tra Cuneo e Albissola, terminata 1-1 in virtù delle reti di Martignago (in apertura) e Defendi poco dopo il 90°. In classifica i liguri conservano due punti di vantaggio quando due partite alla fine (i biancorossi riceveranno tuttavia, salvo sorprese, un altro meno due di penalità).

La prima chance è per il Cuneo ma la conclusione di Defendi viene respinta dal corpo di Said. La risposta dell'Albissola gela il Paschiero. Numero di Martignago che fa fuori Santacroce sulla linea di fondo e sfodera un destro straordinario che beffa Cardelli, 0-1 al 9' e partita in salita per i biancorossi. La squadra di Scazzola non ci sta e reagisce con Gissi, leggermente impreciso con il suo tiro dal limite. Biancorossi generosi, a tratti addirittura frenetici, a tutto discapito della precisione mentre l'Albissola gioca con maggiore calma e si affida ad un Martignago in giornata di grazia. Nuovo squillo dei ragazzi di Scazzola al tramonto del primo tempo. Said sfonda a destra ma spara sui piedi di Albertoni da posizione defilata seppur ravvicinata. Squadre negli spogliatoi dopo un minuto di recupero con i liguri avanti di una rete.

Subito un cambio per Scazzola ad inizio ripresa: Emmausso rileva Gissi nel tentativo di vivacizzare la manovra. Ci prova Defendi, colpo di testa alto sulla traversa. Correzioni alla formazione di partenza anche per Lavezzini: Cisco per Martignago mentre i biancorossi operano un triplo cambio: dentro Caso, Arras e Celia al posto di Kanis, Marin e Said. Il Cuneo prende campo e stringe d'assedio la porta avversaria: i tentativi di Defendi e Emmausso vengono smorzati sul nascere dai difensori ospiti. Minuto 67: Bobb suggerisce in area per Defendi, tiro alto. L'incontro diventa vibrante. L'Albissola punge con Cisco, Cardelli sventa il pericolo. Ancora Cuneo, con Caso in evidenza. Il numero 10 calcia da fuori area senza inquadrare lo specchio della porta. A poco più di dieci minuti dal termine Scazzola si gioca la carta Jallow, esce Pecorini. Padroni di casa super offensivi e determinati per il forcing finale, l'Albissola si difende con tutti gli effettivi. Jallow si scatena sulla destra e mette in mezzo, Suljic spara alle stelle sciupando un'occasione rilevante. Nervi tesi sul terreno di gioco con l'arbitro che fatica a calmare gli animi: discutibile la scelta di non usare i cartellini. Proteste biancorosse per un tocco di mano in area di Oliana di rigore ligure: il direttore di gara lascia correre. Finale incandescente: Caso si libera per il tiro ma pecca di precisione nel tiro. Tripudio al 91'. Caso pesca Defendi che di testa insacca, 1-1. Pareggio meritato del Cuneo che tiene vivo le speranze salvezza.

 

CUNEO (4-4-2): Cardelli; Pecorini (78' Jallow), Santacroce, Cristini, Marin (58' Arras); Said (58' Celia), Bobb, Suljic, Kanis (58' Caso); Defendi, Gissi (46' Emmausso). 

ALBISSOLA (3-5-1-1): Albertoni; Oliana, Nossa, Rossini; Oukhadda, Sibilia, Moretti (84' Calcagno), Raja (69'Bezziccheri), Mahrous (84' Gargiulo); Russo (69' Silenzi); Martignago (50'Cisco)

Gol: 9' Martignago, 91' Defendi

sdl

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium