/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | 21 maggio 2019, 12:00

Serie A: i migliori cannonieri

Mancano solo novanta minuti al termine del campionato di serie A ed è il momento di curiosare nella classifica cannonieri.

Serie A: i migliori cannonieri

Mancano solo novanta minuti al termine del campionato di serie A ed è il momento di curiosare nella classifica cannonieri.

Al primo posto, a sorpresa per l’età ma non per il talento, con 26 reti, Fabio Quagliarella. Attaccante della Sampdoria, classe 1983, originario di Castellammare di Stabia (Na), tre scudetti vinti con la Juventus, a fine stagione potrebbe, secondo i nuovi bookmakers aams, tornare al Napoli.

Una scelta di cuore, che i tifosi doriani lo stanno implorando di non fare. Al secondo posto appaiati, Duvan Zapata, in forza all’Atalanta ma di proprietà dello stesso Napoli, che probabilmente lo riporterà sotto il Vesuvio a giugno, e Krzysztof Piatek. Polacco, vera rivelazione di questo campionato, Piatek, 23 anni, ha segnato tredici gol in 19 partite con la maglia del Genoa, poi, a gennaio, il trasferimento al Milan. Qualcuno pensava avrebbe sofferto il cambio di obiettivi e responsabilità, lui ha risposto con nove reti in 17 presenze.

Segue, ad una sola lunghezza di distanza, Cristiano Ronaldo. Il campione dei campioni non necessita di presentazioni: alla sua prima stagione in Italia, non ha deluso le aspettative.

Distaccato, a quota diciassette, segue Arkadiusz Milik. Polacco, 25 anni, alla terza stagione al Napoli dopo due all’Ajax: sotto la guida di Ancelotti, 38 presenze e 17 reti in campionato. A una sola lunghezza di distanza, Ciccio Caputo: alla prima stagione in A dopo alcune, strepitose, in B, il suo Empoli rischia di retrocedere, ma il bomber fa l’impossibile per tenerlo a galla. Parimerito con Caputo, Andrea Petagna: l’ariete della Spal alla corte di Semplici ha trovato la propria dimensione con ottimi risultati.

Seguono il “Gallo” Andrea Belotti, quindici sigilli in 36 presenze con la maglia del Torino., ora, qualche big lo ha messo nel mirino, e il Belga del Napoli Dries Mertens. Con loro, il granatiere del Cagliari Leonardo Pavoletti.

Una rete in meno per il laziale dal futuro incerto Ciro Immobile, dodici invece per un altro atalantino: Josip Ilicic. Trentuno anni, sloveno, centrocampista offensivo, e il primo “non attaccante puro” di questa classifica.

Al nono posto l’attaccante più social, contestato e amato del web: Mauro Icardi. L’argentino, 26 anni, talento puro nel mirino della Juve fermo a undici sigilli con il romanista, ex Milan, Stephan El Shaarawy.

Seguono, con dieci reti, il francese della Sampdoria Gregoire Defrel, Lorenzo Insigne del Napoli e il funambolo del Parma Gervinho. A proposito di Parma, solo una rete in meno per Roberto Inglese, appaiato a Mario Mandzukic, Edwin Dzeko e Rodrigo De Paul

Seguono Ivan Perisic dell’Inter, il bolognese Riccardo Orsolini, Felipe Caicedo e il primo difensore in classifica: il serbo della Roma Alexsandar Kolarov. “Solo”sette reti per il viola Marco Benassi, il talentino mai esploso Domenico Berardi, del Sassuolo come Babacar, Camillo Ciano del retrocesso Frosinone, il milanista Suso, Joao Pedro del Cagliari e Diego Farias dell’Empoli.

Ma chi ha segnato più gol in assoluto in Serie A? Nella classifica dei 100 giocatori con più reti nella storia del calcio italiano svetta Silvio Piola, campione del mondo nel 1938 in Francia con la nazionale italiana. Piola ha giocato con la Pro Vercelli, Lazio, Juventus e Novara e ha raggiunto quota 274 gol. Al secondo posto Francesco Totti, fermo a 250 reti ma tutti realizzati con un’unica maglia, quella della Roma. Al terzo posto nella classifica di chi ha segnato più gol in Serie A c’è lo svedese Gunnar Nordhal con 225 gol, che vinse due campionati negli anni 50 con il Milan.

Tra i giocatori che hanno esordito nel massimo campionato italiano dal 1994/95 in poi, Higuain è stato il calciatore più veloce a raggiungere quota 100 gol, davanti all’ex centravanti della Juventus Trezeguet, giunto a quota 100 gol dopo 155 partite e all’ex attaccante del Milan Shevchenko, a 100 reti in Serie A dopo 162 partite. In Serie A il record di chi ha segnato più gol in una partita è di 5 reti: Miroslav Klose (2013), Roberto Pruzzo (1986) e Kurt Hamrin (1964).

Scorrendo la classifica di chi ha segnato più gol in italia, per trovare un giocatore ancora in attività bisogna scendere proprio fino al centravanti della Sampdoria Fabio Quagliarella

Quagliarella indossa la maglia con il numero 27 per commemorare Niccolò Galli, un compagno delle nazionali giovanili, figlio dell’ex portiere Giovanni, deceduto a causa di un incidente in scooter nel 2001. Prima o seconda punta in base alle esigenze, durante la sua carriera, gli si è dato modo di giocare anche come attaccante esterno o come trequartista.

È noto a tutti come il suo tiro sia estremamente potente e preciso e che tra le sue tecniche meglio riuscite vi siano la rovesciata e il colpo di testa.

Tra gli italiani che ancora possono ambire quantomeno a scalare posizioni in graduatoria, ci sono anche Alessandro MatriCiro Immobile Marco Borriello, anche se quest’ultimo ha lasciato il campionato italiano, mentre Sergio Pelissier si congederà dal calcio italiano al termine di questa stagione.

Nemmeno i migliori siti di scommesse avrebbero mai immaginato che nella classifica potesse mancare la leggenda argentina Maradona, ferma a 81 gol in Serie A.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium