/ Calcio

Calcio | 24 giugno 2019, 11:54

Calcio: "Fossano senza Barriere" termina il suo primo campionato al sesto posto, Stefano Cassine: "Avventura bellissima!"

Composta da giocatori di origine africana e italiani, la compagine allenata da Stefano Cassine ha infatti visto aumentare il numero dei propri iscritti durante l’anno, segno di un gruppo capace di attrarre giovani di età e provenienze diverse

Calcio: "Fossano senza Barriere" termina il suo primo campionato al sesto posto, Stefano Cassine: "Avventura bellissima!"

Termina con un sesto posto l’avventura del “Fossano senza Barriere”, iscritto al suo primo campionato di calcio a 11, categoria “Open” C.S.I.

Una stagione caratterizzata da una crescita costante, sia sul piano del gioco che dei risultati. Ma è soprattutto dal punto di vista aggregativo che sono arrivate le soddisfazioni migliori.

Composta da giocatori di origine africana e italiani, la compagine allenata da Stefano Cassine ha infatti visto aumentare il numero dei propri iscritti durante l’anno, segno di un gruppo capace di attrarre giovani di età e provenienze diverse.

Altro successo riguarda il comportamento in campo dei giocatori, ai primi posti nella speciale classifica FairPlay.

Il bicchiere è dunque mezzo pieno per la squadra legata alla comunità Papa Giovanni XXIII, che presto tornerà in campo per il “Don Oreste Benzi”, organizzato dalla stessa associazione in ricordo del suo fondatore.

L’ultima tappa di una vera e propria maratona per Stefano Cassine, allenatore-ideatore di questa bella favola di sport e integrazione: “È stata un'avventura bellissima - dichiara Cassine -. Ogni partita un'occasione per crescere nel gioco e nell'unità di squadra, ma soprattutto nell'incontro con i nostri avversari. Il sesto posto è un grande risultato! Io, Claudio Marro e tutti i ragazzi ci teniamo a ringraziare i nostri sponsor: BeneBanca e Eurostampa di Benevagienna, alcuni nostri grandi sostenitori che gradiscono non farsi pubblicità e Mauro Tomatis che con il C.S.I. di Cuneo ci sostiene sempre. Ringraziamo inoltre l’amministrazione comunale Sordella, che ci ha permesso di giocare ed allenarci contribuendo altresì alle spese degli impianti. Infine, un grazie speciale a Sergio Scuderi, per la sua grande disponibilità e aiuto concreto”. 

andrea silvestro

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium