/ Ciclismo

Ciclismo | 07 agosto 2019, 14:45

Grande prova di forza di Claudio Giuliano (GS Passatore): 2° posto di categoria all'Ultracycling Dolomitica di Sermede

39 ore e 18 minuti di pedalata, 685 chilometri del percorso, 16mila metri di dislivello sulle Dolomiti, senza dimenticare le asperità dei versanti più ostici di 16 passi

Claudio Giuliano

Claudio Giuliano

Grande prova di forza di Claudio Giuliano, portacolori della società ciclistica G.S. Passatore , all'Ultracycling Dolomitica di Sermede, paese che diede i natali a Vito Favero ciclista professionista che giunse 2 al Tour de France nel 1958.

La competizione è stata definita dagli stessi organizzatori: “la cronometro più dura al mondo. 16 passi montani, 16mila metri di dislivello sulle Dolomiti. Una gara ultracycling no stop e con divieto di scia, per veri atleti con la passione nel sangue”.

Infatti solamente la passione per questo magnifico sport può spingere un amatore a compiere tali prodezze, come testimoniato anche dall’equipaggio di assistenza tecnica, prevista dal regolamento, composto da altri due tesserati G.S.P., Alverio Fruttero e Bartolomeo Ranocchia.

La gara a tempo si è conclusa con un ottimo 2 posto di categoria che ha impiegato Claudio Giuliano continuamente nella pedalata per 39 ore e 18 minuti al fine di coprire i 685 chilometri del percorso, modificato all’ultimo momento per una frana in zona Caprile, superando le asperità dei versanti più ostici di 16 passi dolomitici tra i quali, si citano solamente i più famosi, Passo San Boldo, Monte Grappa, Cima Campo, Passo Manghen, Passo Duran , Staulanza, Passo Fedaia, Passo Sella e Gardena, Passo Valparola, Passo Giau.

Oltre alle difficoltà altimetriche i partecipanti hanno dovuto affrontare anche le avversità meteorologiche, con temperature elevate, come ad esempio i 31 gradi sulla cima del Giau a quota 2236 metri, per terminare in serata in località Vajont con un violento e persistente temporale che ha accompagnato i concorrenti che hanno resistito, visto i numerosi ritiri registrati, sino al traguardo di Sermede.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium