/ Altri sport

Altri sport | 13 luglio 2019, 11:50

Il calcio italiano penalizzato con il Decreto dignità, perde oltre 100 milioni di euro

Dalla metà di luglio scorso, nel nostro paese è vietato fare pubblicità di giochi o scommesse con vincite di denaro.

Il calcio italiano penalizzato con il Decreto dignità, perde oltre 100 milioni di euro

Dalla metà di luglio scorso, nel nostro paese è vietato fare pubblicità di giochi o scommesse con vincite di denaro. Naturalmente, neanche spot in tv, sponsorizzazioni sulle maglie dei giocatori e cartelloni negli stadi per le agenzie di betting. L'anno scorso, poco prima della pausa estiva del Parlamento, veniva approvata questa legge che prevedeva lo stop alla pubblicità del gioco d’azzardo in qualsiasi forma, sia diretta che indiretta, incluse le manifestazioni sportive, culturali o artistiche.

Il settore maggiormente colpito da questo provvedimento è stato quello del calcio che dovrà fare a meno di oltre 100 milioni di euro all’anno. Questa disposizione ha impattato in modo violento sull'intero indotto, coinvolgendo media, società sportive piccole o grandi che siano e molto altro ancora, con una riduzione della competitività delle aziende italiane rispetto a quelle estere.

La Serie A è stata la più colpita dal Decreto Dignità

L’introduzione di questa legge oltre a bandire spot in tv, sponsorizzazioni sulle maglie delle squadre di calcio e cartelloni negli stadi si è estesa anche alla sovraimpressione di nomi, marchi e simboli e citazioni acustiche di società di scommesse durante gli eventi sportivi. Tra le 20 squadre della Serie A che sono state più penalizzate ci sono la Roma e la Lazio. Le società che utilizzavano divise sponsorizzate da Official Betting Partner come Betway e Marathonbet sono state private complessivamente di ben 15,5 milioni. La piattaforma Marathonbet subito dopo il decreto ha annunciato di essere il nuovo sponsor del Siviglia.

Importanti introiti regalati a società estere

 

Il nostro governo con questo decreto, dallo scorso 15 luglio ci ha fatto escludere da uno dei mercati pubblicitari più floridi del momento. Basti pensare che dal 2008 al 2017 le aziende operanti nel settore del betting e delle lotterie hanno investito oltre 633 milioni di dollari per sponsorizzare le divise dei club delle sei principali Leghe europee (Premier League, Serie A, Liga, Ligue 1, Eredivisie e Bundesliga). Un dato che dovrebbe far riflettere e pensare a un ravvedimento prima che sia tutto perso.


ip

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium