/ Altri sport

Altri sport | 07 ottobre 2019, 19:11

La giornata mondiale del caffè 2019 del 1 ottobre: eventi e iniziative

Con questa bevanda, inventata durante la fine dell'Ottocento, gli italiani hanno creato un primato che si concretizza in un evento apprezzato e discusso in tutto il mondo.

La giornata mondiale del caffè 2019 del 1 ottobre: eventi e iniziative

 

La storia del caffè

La maggior parte degli Italiani beve il caffè ogni giorno, anche più volte al giorno ed è considerata la carica giornaliera per eccellenza. Ne usufruiscono soprattutto gli studenti ed i lavoratori, per affrontare giornate impegnative. Ma, in realtà, il caffè è amato a livello mondiale ed è celebrato il primo ottobre con la Giornata Mondiale del Caffè. Andrea Cuomo e Anna Muzio, ideatori del libro "Mondo Caffè" hanno dichiarato che gli italiani amano considerarsi gli ideatori e missionari della cultura del caffè, e del vero e proprio caffè: l’espresso. Con questa bevanda, inventata durante la fine dell'Ottocento, gli italiani hanno creato un primato che si concretizza in un evento apprezzato e discusso in tutto il mondo. Il caffè è una bevanda molto utilizzata anche in cucina: questo ingrediente, infatti, viene adoperato nella cucina di grandi cuochi.


L'evento del caffè 2019 festeggia la cultura e l'amore per il caffè, evidenziando che vengono consumate all'incirca 3 miliardi tazzine quotidianamente in tutto il mondo. Purtroppo però, nonostante ci sia un'alta crescita dei consumi, la filiera produttiva in diverse nazioni, è in crisi. Un problema crescente soprattutto nelle aziende agricole a conduzione familiare. La Giornata mondiale del caffè ha diffuso così una petizione online, dedicata a tutti coloro che amano questa bevanda, per contribuire e per sostenere, anche con la propria partecipazione agli eventi, per migliorare la situazione economica di tutti i piccoli coltivatori, che sono tantissimi, assicurando loro una rendita che possa permettergli di vivere dignitosamente.

L'evento

Da quasi 5 anni, ogni 1 di ottobre in tutto il mondo si celebra la festa della bevanda più apprezzata, soprattutto dagli italiani: il caffè. Questa idea è nata dall’International Coffee Organization che celebra, oltre il caffè, anche il lavoro e la dedizione degli uomini di tutto il mondo che hanno contribuito e tutt'oggi contribuiscono sia alla produzione che alla vendita del caffè, dai torrefattori ai caficoltori e ai baristi, ai produttori di macchine da caffè che trovi su https://www.caffedellapace.it. Questa iniziativa nasce per sensibilizzare sulle condizioni dei contadini che coltivano il caffè che, anche se c'è stato un notevole aumento dei consumi, percepiscono sempre meno denaro.


I temi trattati

Recentemente si è tenuto l'evento Trieste Coffee Experts, organizzato dalla torrefazione Bazzara che ha riunito i migliori specialisti nel settore, con l'intervento di Andrej Godina, presidente di Umami Area, che ha trattato l'argomento della sostenibilità. Godina, nel suo intervento ha illustrato la sua esperienza lavorativa in piantagione di caffè, raccontando come il costo del caffè pagato alla quotazione di borsa non sia praticabile per i caficoltivatori piccoli e medi. Il presidente ha infine elencato e consigliato diversi comportamenti da eliminare per ottenere un efficiente business sostenibile: ponendo un freno all'impoverimento del coltivatore e alle illusioni arrecate al consumatore che un caffè sia responsabile per via di un semplice bollino applicato sulle confezioni. Sempre nello stesso evento, Michele Cannone, manager di Lavazza, ha suggerito di realizzare un progetto di filiera che coinvolga tutti i produttori e consumatori per creare un nuovo modello economico davvero sostenibile.

Tanti altri temi verranno trattati al Trieste Coffee Festival, evento annuale creato da Assocaffè Trieste che vede come destinatari i consumatori, che va tratta dello stretto legame tra la bevanda più amata, il caffè, e la città, un idillio esistente da 300 anni e cui è stato conferito il titolo di Capitale del Caffè. Questo evento, organizzato gli ultimi giorni di ottobre, consente ai consumatori finali di assimilare, confrontandosi con personale specializzato nel settore, diverse curiosità e nozioni a partire dall’arrivo del caffè, sino alla sua preparazione finale, partendo dalle lavorazioni dei chicchi nelle torrefazioni. Il Festival ha inizio con l’incontro denominato "Porte Aperte al Caffè", in cui i consumatori saranno in stretto contatto e potranno visionare di persona i laboratori delle torrefazioni della città, così che possano imparare l’arte della tostatura da parte di coloro i quali lo lavorano ogni giorno, i coltivatori, così che possano rapportarsi con loro e scoprire cose nuove.

L'anno scorso, le torrefazioni che hanno aderito all’inaugurazione dell'evento sono state Guatemala, Primo Aroma, Excelsior e Amigos. Partecipare all'evento non richiede alcun costo, è gratuito ed è consigliabile prenotare in anticipo la visita dell’azienda che si desidera visitare.


Ci saranno poi tante altre iniziative al riguardo, con eventi che si terranno in location sempre diverse e sarà anche previsto giro turistico per la città. Questo è un evento che coinvolge sia i torrefattori che i crudisti che pubblici esercizi e caffè storici, con la possibilità di effettuare incontri, partecipare a lezioni nei laboratori per bambini ed infine prendere parte alla tradizionale sfida dei baristi triestini che si sfidano per ottenere la "Capo In B Championship".


Ip

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium