/ Altri sport

Altri sport | 15 ottobre 2019, 10:34

Hockey femminile A1: Roma sorride alla Lorenzoni Bra, Butterfly ko

Seconda trasferta consecutiva per le braidesi

(foto - pagina fb lorenzoni bra)

(foto - pagina fb lorenzoni bra)

Seconda trasferta consecutiva per la Lorenzoni Bra che domenica scorsa aveva impattato con la neo-promossa Valverde di Catania in una giornata segnata dall'eccessivo agonismo e grandi tensioni che avevano determinato la squalifica dell’allenatore Gianpaolo Lanzano.

Braidesi presso l’impianto dell’Acquacetosa, per incontrare il Butterfly, con qualche insicurezza di troppo, ma con la voglia di incrementare il punteggio e soprattutto di non regalare nulla alle avversarie che si presentavano al completo delle due atlete della nazionale malese, già presenti lo scorso anno.

Si inizia con un po’di titubanza, con in difesa Ginevra Totolo a sostituire, sulla fascia destra, Valentina Quaranta rientrata nuovamente in Sud Sudan a proseguire nel suo lavoro di tipo umanitario e prive di Stefania Tosco a casa per impegni di famiglia. Un errore difensivo avversario nel primo quarto determinava un corner corto realizzato con un potente drag flick da Raquel Huertas, dispiegata per questa gara all’attacco ad affiancare Zhanna Savenko e Lisa Di Blasi e Alessia Anania.

Il secondo ed il terzo quarto registravano un sostanziale equilibrio e toccava, anzi alle nero azzurre chiudere spazi e togliere forza ai ripetuti rilanci avversari grazie al grande lavoro di Vihanyailo e Davidenko per opporsi a centrocampo alle iniziative delle romane. E’ da un buon rilancio del libero Luciana Galimberti che Raquel Huertas, presa palla, in dribbling superava un paio di avversarie e realizzava la sua personale doppietta a conferma del suo buon stato di forma. C’è ancor tempo per le romane di accorciare su corto nel quarto quarto e poi di festeggiare i tre punti insieme con Guido Berrino in panchina e alla capitana Carletti, ancora ferma per il recupero post-operatorio, ma in versione dirigente.

Molto c’ è ancora da lavorare” questo il commento di Lanzano dalla tribuna, “proibito fermarsi anche se gli impegni di nazionali spezzetteranno e rendono di fatto poco chiaro il percorso agonistico di questa prima parte”.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium