/ Altri sport

Altri sport | 22 ottobre 2019, 09:56

Rygby Serie C: esordio vincente per il Cuneo Pedona, Stade Valdôtain si arrende 20-15

Domenica prossima Cuneo Pedona Rugby in trasferta a San Mauro Torinese

Rygby Serie C: esordio vincente per il Cuneo Pedona, Stade Valdôtain si arrende 20-15

Esordio positivo del Cuneo Pedona Rugby nel campionato di serie C1, che al termine di una partita combattuta aspramente da entrambe le formazioni si impone sullo Stade Valdotaine.

I ragazzi di Favilla e Gonzales hanno dimostrato di sapersi adeguare ed essere in grado di competere nella serie superiore, non solo sul piano più strettamente tecnico ed atletico, ma anche sotto il profilo mentale. Fin dal fischio d’inizio i cuneesi, accantonato quel po’ di timore reverenziale che aveva caratterizzato la vigilia, hanno iniziato a premere costringendo in difesa gli ospiti, che fino al quarto d’ora non riuscivano a superare la metà campo. Il dominio territoriale veniva coronato con un calcio di punizione, che portava il risultato sul 3/0. Pochi minuti più tardi, prendendo le mosse da una svista arbitrale in loro favore, gli ospiti sfruttavano un calcio di punizione per avvicinarsi all’area di meta del Cuneo, che riuscivano a violare dopo una buona azione corale, portandosi così in vantaggio (3/7).

La partita proseguiva su ritmi elevati, i padroni di casa riuscivano a riportarsi in vantaggio andando a loro volta in meta (8/7), ma i valdostani prima dell’intervallo riuscivano nuovamente ad allungare grazie ad un calcio di punizione (8/10). La ripresa iniziava con continui ribaltamenti di fronte, che favorivano nuovamente l’Aosta, che al 10º minuto riusciva nuovamente a violare l’area di meta dei padroni di casa; a mezz’ora dalla fine cuneesi in svantaggio 7/15, avversari rinfrancati dal vantaggio che probabilmente speravano di riuscire a conquistare più facilmente e in misura più ampia, giocando contro la matricola del girone. Contrariamente a quanto era possibile prevedere, questo è stato il momento di svolta dell’incontro, in quanto i Biancoblù, lungi dall’alzare bandiera bianca, dimostravano un’ottima tenuta anche sul piano mentale, riprendevano a macinare il loro gioco, insediandosi nella metà campo avversaria. La pressione dava i suoi frutti e, nel giro di cinque minuti, dal 25º piazzavano un micidiale uno-due che sorprendeva gli ospiti, che subivano le due mete che avrebbero deciso le sorti dell’incontro. Il risultato (20/15) non cambiava fino al fischio finale, nonostante gli assalti dello Stade Valdotaine, che, mai domo, non si arrendeva fino alla fine.

L’ovvia soddisfazione in casa cuneese, non distrae dalla necessità di rimanere con i piedi per terra, commentano i coach Favilla e Gonzales:  “Il passaggio al campionato nazionale era per noi un’incognita e lo rimane ancora, non possiamo certo pensare di aver preso coscienza della differenza di livello dopo solo un incontro. I ragazzi, molti dei quali, soprattutto i più giovani, erano tesi prima dell’esordio, dopo il fischio d’inizio anno saputo mettere da parte l’ansia da prestazione ed hanno disputato un buon incontro, riuscendo ad applicare gli schemi provati in allenamento anche se di fronte avevano un avversario di tutto rispetto, sulla carta sicuramente più forte di noi. L’aspetto positivo è naturalmente quello di aver saputo giocare alla pari con l’Aosta, ma più ancora la capacità di reazione che è emersa, quando ci siamo trovati in svantaggio il rischio era quello di un calo mentale che avrebbe inevitabilmente portato ad un passivo pesante, invece la reazione lucida, anche se rabbiosa, ha consentito un esordio vittorioso, che speriamo sia un buon viatico per il prosieguo della stagione. Dobbiamo però continuare a lavorare per migliorarci e limitare al massimo errori e falli inutili, che in questa categoria si pagano, come abbiamo toccato con mano oggi”.

Domenica prossima la prima trasferta, a San Mauro Torinese, contro la formazione che nella prima giornata ha superato, sia pure di stretta misura, il Rugby Rivoli, società che non fa mistero di puntare in alto.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium