/ Motori

Motori | 05 novembre 2019, 10:45

Motori: Ronde Gomitolo di Lana, manca poco alla chiusura delle iscrizioni

Sono ottanta gli iscritti già confermati: migliorato il risultato dello scorso anno. Al via ben undici vetture di Classe R5 e la WRC di Alessandro Gino

Motori: Ronde Gomitolo di Lana, manca poco alla chiusura delle iscrizioni

BIELLA, 5 novembre – Mancano ancora alcune ore alla chiusura delle iscrizioni della decima edizione della Ronde Gomitolo di Lana 2019 (le iscrizioni chiuderanno inesorabilmente questa sera, martedì 5 novembre) e c’è già grande soddisfazione nella squadra di New Turbomark che organizza la gara per i risultati ottenuti in fase di iscrizione alla manifestazione.

Abbiamo deciso di prorogare le iscrizioni su pressante richiesta di alcuni piloti e preparatori che hanno atteso le gare di domenica scorsa per confermare ufficialmente la loro presenza” afferma Giuseppe Zagami che guida il team degli organizzatori.

“Nei due rally dello scorso fine settimana c’erano diverse vetture potenzialmente presenti a Biella venerdì e sabato prossimo. Ma se fossero uscite malconce dalla gara precedente non avrebbero potuto essere al via del Gomitolo” conclude Zagami che nella giornata di ieri, lunedì 4 novembre ha visto pervenire alcune iscrizioni nuove, e ne attende altre prima che scatti il “rien ne va plus” per l’invio delle iscrizioni.

Grande sfida ai massimi livelli. Sono un’ottantina i piloti già ufficialmente iscritti alla gara, quota che migliora di una dozzina di unità il risultato ottenuto lo scorso anno dalla ronde biellese. Al centro dell’attenzione il pilota locale Corrado Pinzano recordman di vittorie con tre centri e di partecipazioni visto che con lo start della gara 2019 raggiungerà quota otto partenze. Pinzano disporrà della Volkswagen Polo R5 con cui ha centrato recentemente due successi a livello nazionale a Como e Verona, ma dovrà vedersela con altre dieci vetture di Classe R5, le top car che punteranno senza mezzi termini al successo assoluto.

Fra i nomi trapelati dalle bocche cucite degli organizzatori è certa la presenza di Alessandro Gino, il pilota cuneese al via con una muscolosa Ford Fiesta WRC e vero mattatore delle gare in zona, per la prima volta a Biella. Fra le presenze già confermate quelle di Ilario Bondioni, che qui ottenne un podio tre anni fa, del giovane Mattia Pizio, che ha fatto faville quest’anno con la sua Škoda Fabia R5 e deve riscattare il ritiro del Lana di luglio. Da seguire la gara di Simone Fornara che disporrà della Škoda Fabia, dei due gentlemen driver velocissimi come Graziano Boetto, che al Gomitolo vinse la classe S2000 nella scorsa stagione e Fulvio Calvetti, che ha avuto modo di testare la Škoda Fabia R5 al recente Rally Rubinetto. Anche lui reduce da un ottimo Rubinetto, che ha concluso ottavo assoluto, ci sarà Ivo Frattini, al volante di una Škoda Fabia R5, e l’ex re della terra, Michele Andolina, che si è allenato in vista del Gomitolo al Rubinetto.

Fra i certi al via anche Diego Pinzano, padre di Corrado, che è tornato recentemente al volante di una vettura da rally dopo 18 anni di lontananza e Davide Tosini.Sfida sulla “Curino” capovolta. Il 10° Rally Ronde Gomitolo di Lana entrerà nel vivo con le operazioni di verifiche sportive, contestuali con la distribuzione dei radar sabato 9 novembre a partire dalle ore 8.00 fino alle ore 12.00 Relais Santo Stefano di Sandigliano (BI).

La concessionaria Nuova Mombi Car di Biella (Via Maestri del Lavoro, 8 – Biella) vedrà dalle 8.30 alle 12.30 le verifiche tecniche.Nel pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00 i concorrenti potranno visionare il percorso a bordo di vetture stradali. La parte agonistica della gara si aprirà con la presentazione dei concorrenti sabato sera a partire dalle ore 20.01 in Piazza Martiri della Libertà a Biella, dove i concorrenti faranno ritorno domenica sera alle 18.31 per la premiazione dei protagonisti.

La gara avrà come terreno di sfida i 9,20 km della prova speciale di Curino, da affrontare quattro volte, percorsa quest’anno in senso contrario, partendo proprio da Curino, in località San Bononio, per cogliere la bandiera a scacchi a Prai. In totale la gara misura 297,05 km di cui 36,80 cronometrati con quattro riordini e parchi assistenza in Piazza Giovanni Falcone a Biella.Un decennio di grandi piloti e grandi sfide.

Il Gomitolo di Lana è una gara dal palmares stellato. Nella terza edizione (2012) vinse il pilota di F1 polacco Robert Kubica, al suo rientro nelle gare dopo l’incidente, ed ha il suo mattatore nel biellese Corrado Pinzano che si è imposto nelle ultime tre edizioni (2016, 2017, 2018); con l’altro idolo locale, Omar Bergo, che ha fatto centro due volte (2014 e 2015). Sul gradino più alto del podio sono saliti anche Davide Negri (2010), Massimo Gasparotto (2011) e Marco Colombi (2013). Il navigatore più titolato è Marco Zegna, con tre successi a fianco di Pinzano negli ultimi tre anni.

Lo scorso anno fu praticamente un a solo di Pinzano-Zegna (Škoda Fabia R5), che presero il comando sotto la pioggia fin dalla prima prova mantenendolo sino alla pedana di arrivo, lasciando una sola prova a Mattia Pizio-Luca Simoni, Ford Fiesta R5, che hanno concluso secondi a 14”1 davanti a Elwis Chentre-Elena Giovenale, Ford Fiesta R5, terzi a 30” nonostante la rottura dell’idroguida sostituita dai meccanici in assistenza.

Classifica 9° Rally Ronde Gomitolo di Lana: 1) Pinzano-Zegna, Škoda Fabia R5, in 25’05”1; 2) Pizio-Simonini, Ford Fiesta R5, a 14”1; 3) Chentre-Canepa, Ford Fiesta R5, a 30”0.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium