/ Volley

Volley | 30 novembre 2019, 19:40

Volley A2/M: Una Lpm Bam Mondovì “incerottata” sconfitta al tie-break a Macerata

La Lpm Bam Mondovì torna da Macerata con un solo punto. Pumine costrette a giocare senza l’argentina Rodriguez fermata da un infortunio

Lpm e Macerata nella gara disputata all'andata (foto Guido Peirone)

Lpm e Macerata nella gara disputata all'andata (foto Guido Peirone)

SEQUENZA SET: (21-25; 25-17; 25-23; 16-25; 15-5)

Dopo Trento, la trasferta di Macerata non era di certo un appuntamento semplice per la Lpm Bam Mondovì. Il Puma contro la Roana Macerata ha lottato, sprecato e alla fine è uscito sconfitto al tie-break. Solo un punto, dunque, per le monregalesi, che con un po' di attenzione in più avrebbero potuto raccogliere un bottino più ricco. Le pumine hanno disputato un match caratterizzato da troppi alti e bassi; Un po' come la prestazione dell’opposto Zanette, capace di conquistare 18 punti, ma anche di commettere tanti errori.

La svolta a favore delle marchigiane nel terzo set, con un Puma sempre in vantaggio, ma che un punto alla volta si è fatto rimontare fino a perdere il set per 25-23. A parziale scusante per le ragazze di Delmati, però, c'è da registrare una importante defezione. La Lpm, infatti, nelle Marche ha dovuto fare a meno della schiacciatrice Elina Rodriguez, fermatasi per un problema al ginocchio accusato nell’allenamento di ieri.

La speranza è naturalmente che non si tratti di nulla di grave, anche se la giocatrice argentina probabilmente già domani sarà sottoposta ad accertamenti strumentali. Nelle pumine, seguite da un buon numero di tifosi monregalesi, da segnalare le buone prove delle centrali Sofia Rebora (15) e Viola Tonello (16). Nella Roana ottima prova di Valentina Pomili (14), brava anche nella difesa a muro. Positiva, ma non particolarmente brillante la serata di Irina Smirnova (12).

PRIMO SET: Coach Delmati spedisce subito nella mischia Martina Bordignon, che prende il posto dell’infortunata Elina Rodriguez. Dopo il primo punto conquistato dalle padrone di casa, le pumine con Zanette in battuta vanno sul 1-2. Dopo i muri di Tonello e Tanase la Lpm aumenta il vantaggio sul 3-6. Sul risultato di 5-9 arriva il primo time-out da parte di Paniconi. Il Puma aumenta il vantaggio con due punti di Elisa Zanette per il 7-13. Si rivede la Smirnova, annullata nelle prime battute, e la Roana recupera tre punti consecutivi. Questa volta tocca a Delmati spezzare il gioco chiamando il time-out. Le pumine commettono qualche errore di troppo e le padrone di casa si portano ad una sola lunghezza dalle monregalesi sul 14-15. Dopo una lunga rincorsa Macerata prima trova la parità sul 18-18 e poi passa in vantaggio per il 20-19. Coach Delmati ovviamente non è soddisfatto e chiama il secondo time-out. La breve pausa porta effetti positivi, visto che il Puma piazza tre punti consecutivi e va a condurre 20-22. Mani-out sull’attacco di Elisa Zanette e la Lpm guadagna tre set-ball sul 21-24. Ed è proprio l’opposto delle pumine a trovare la diagonale vincente che chiude il primo set sul punteggio di 21-25.

SECONDO SET: Con la Zanette al servizio la Lpm si porta a condurre sul 1-3. Macerata rinforza il muro ed il risultato torna prontamente in parità. Le padrone di casa provano ad alzare il ritmo e dopo il muro su Alice Tanase Macerata va avanti sul 6-4. Arriva così il time-out di Delmati. Torna a graffiare il Puma che ribalta la situazione per il 6-7. Nuovo break per le marchigiane, che tentano una mini fuga sul 12-9. La Smirnova prova a tenere a distanza le monregalesi e dopo l’ace della Pomili, Macerata aumenta il vantaggio sul 17-13 sfruttando anche la ricezione imperfetta delle pumine. Nuovo time-out di Delmati. Poco dopo entra in campo Lidia Bonifazi al posto di Francesca Scola. La Roana prosegue la sua corsa portandosi sul 20-13. L’ace della Kosareva chiude il parziale sul 25-17.

TERZO SET: Riparte bene il Puma, che si porta subito sullo 0-2. Lpm che approfitta dell’imprecisione delle padrone di casa per andare sul 2-5. Quando il punteggio è sul 4-8 arriva il time-out di coach Paniconi. La Zanette non è impeccabile e Macerata recupera quattro punti, portandosi a una sola lunghezze dalla Lpm sul 12-13. Coach Delmati decide che è giunto il momento di chiamare il time-out. Il punteggio torna in parità sul 15-15. Arriva anche un giallo per le proteste della panchina marchigiana. Si continua a lottare punto su punto all’insegna del grande equilibrio. Ancora parità sul 21-21. Le padrone di casa costruiscono un set-ball sul 24-23, mentre le pumine sprecano. Macerata ringrazia e porta a casa anche il terzo set per 25-23.

QUARTO SET: La Lpm non molla e si porta subito sul 1-3. I punti di vantaggio delle pumine salgono a cinque sul 4-9. Coach Paniconi chiama il time-out. Servizio jan float per Francesca Scola e ace. Le ragazze di Delmati tentano la fuga andando avanti 7-14. Con Zanette in battuta il Puma continua a mantenere un ottimo vantaggio. Dopo il muro sulla Martinelli salgono a 10 i punti di vantaggio della Lpm sul 8-18. Macerata sembra aver mollato e il Puma si avvicina alla conquista del set sul 10-21. Le padrone di casa con orgoglio tentano di rendere meno pesante il parziale. Il set, però, poco dopo si chiude sul 16-25, con l’errore al servizio di Macerata. Si va al tie-break.

TIE-BREAK: Primi due punti per le padrone di casa. Errore in attacco di Alice Tanase e Macerata avanti 4-2. I punti di vantaggio per le marchigiane salgono a 3 sul 6-3. Si va al cambio campo sul 8-3 per la Roana. Macerata è in piena fuga con le pumine incapaci di opporre la giusta resistenza. Marchigiane vicine alla vittoria sul 13-5. La gara termina poco dopo con il punteggio di 13-5.

 

Matteo La Viola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium