/ Atletica

Atletica | 19 dicembre 2019, 16:23

Doping: la medaglia di bronzo al Tour Monviso Trail 2019 inibita per 4 anni

Nel procedimento disciplinare a carico di Paolo Rossi contestata la “presenza di una sostanza vietata o dei suoi metaboliti o marker nel campione biologico dell’atleta”. L’Asd Valle Infernotto e il Comitato organizzatore del Trail: “Prendiamo le distanze”. Iscrizione gratuita per l’edizione 2020 per nei confronti di Claudio Garnier e Stefano Marzolino, “rispettivamente quarto e undicesimo classificati e conseguentemente, penalizzati”

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Al Tour Monviso Trail del 2019, domenica 2 settembre scorsa, era salito sul terzo gradino del podio, terzo classificato assoluto nel Trail da 43 chilometri, con il tempo di 5 ore, 21 minuti e 11 secondi.

Lunedì (16 dicembre) dal sito della Nado Italia, organizzazione italiana antidoping, si è appreso che l’atleta in questione, Paolo Rossi, classe 1969, è stato inibito per 4 anni, sino al 15 dicembre 2023, per la violazione delle norme sportive antidoping.

Nel procedimento disciplinare a carico di Rossi vengono contestate le violazioni agli articoli 2.1 (“presenza di una sostanza vietata o dei suoi metaboliti o marker nel campione biologico dell’atleta”) e 4.2.1 (“Squalifica per presenza, uso o tentato uso, oppure possesso di sostanze vietate e metodi proibiti”).

Ad emettere la sentenza, la Prima Sezione del Tribunale nazionale Antidoping.

Al nostro giornale è giunta poco fa la presa di posizione dell’Associazione sportiva dilettantistica Valle Infernotto e del Comitato organizzatore del Tour Monviso Trail, manifestazione sportiva allestita su incarico del Parco del Monviso.

Sembra infatti che l’inibizione di Rossi giunga proprio in relazione alla sua partecipazione al grande evento sportivo svoltosi a Crissolo a settembre, dove erano presenti ispettori antidoping.

Come organizzatori del Trail, ma ancor più come praticanti ed amanti dello sport in generale, prendiamo fermamente le distanze da qualsivoglia forma di doping o di frode che, in qualsiasi modo, venga perpetrata per ingannare soprattutto se stessi e i propri avversari.
Siamo pertanto a ringraziare per il fondamentale ruolo che svolge la Procura Nazionale Antidoping a salvaguardia della ‘purezza’ dello sport in qualsiasi forma esso venga praticato.
Il nostro impegno sarà rafforzato da questa esperienza e sarà nostro obbiettivo quello di promuovere sempre più una pratica sportiva pulita ed onestà
”.

Il Comitato organizzatore del Tour Monviso Trail, inoltre, “con l’intento di definire un parziale indennizzo” a disposto l’iscrizione gratuita per la ottava edizione del Trail, che si terrà domenica 30 agosto 2020, nei confronti di Claudio Garnier e Stefano Marzolino, rispettivamente quarto e undicesimo classificati e “conseguentemente, penalizzati in riferimento al podio ed alla premiazione individuale prevista per i primi 10 atleti classificati”.

Auspicando – concludono l’Asd Valle Infernotto e il Comitato organizzatore del Trail - che l’atleta interessato possa dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati”.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium