/ Sport invernali

Sport invernali | 13 gennaio 2020, 10:21

Biathlon, Olimpiadi Giovanili: impresa di Marco Barale, argento nella single mixed relay con Linda Zingerle

Prima medaglia d’argento per l’Italia del biathlon agli YOG

Biathlon, Olimpiadi Giovanili: impresa di Marco Barale, argento nella single mixed relay con Linda Zingerle

È nato soltanto nel 2003 ma in qualche modo è già entrato nella storia del biathlon italiano. Marco Barale (Alpi Marittime) ha vinto,  domenica mattina, la medaglia d’argento nella single mixed relay delle Olimpiadi Giovanili Invernali, in coppia con Linda Zingerle, classe 2002, grande talento del biathlon azzurro e figlia dell’allenatore della nazionale, che ha portato lo scorso anno Dorothea Wierer a trionfare in Coppa del Mondo. È la prima medaglia d’argento per l’Italia del biathlon agli YOG.

Linda Zingerle e Marco Barale hanno disputato una gara di altissimo livello senza mai abbattersi di fronte alle difficoltà, come una caduta iniziale della sudtirolese e due giri di penalità, uno a testa, che la coppia azzurra ha rimediato nel corso della gara. Gli azzurrini hanno lottato, mostrando un grandissimo ritmo sugli sci e affrontando  con coraggio il poligono, dove hanno commesso qualche errore di troppo  ma sparato con tempi di esecuzione veloci, anche quando hanno dovuto utilizzare le ricariche. Decisiva per il podio l’ultima serie di tiro,  che ha visto protagonista proprio Barale, entrato al poligono in quinta posizione e capace di utilizzare due delle tre ricariche a  disposizione per coprire i cinque bersagli, mentre al suo fianco gli altri sbagliavano.

Così l’azzurro è uscito in seconda posizione alle spalle del francese Garcia, molto solido al tiro, oltre che veloce  sugli sci, bravissimo a regalare alla sua compagna di squadra Richard e la Francia la medaglia d’oro.

La coppia italiana ha concluso a 19” dalla Francia, mentre al terzo posto ha concluso la Svezia di Sara e Oscar Andersson, che sembravano avere la gara in mano, prima di un’ultima frazione negativa del  giovane svedese, forse troppo nervoso. A sorpresa lontana dal podio la favoritissima Russia di Alena Mokhova e Oleg Domichek, giunti soltanto  settimi.

Una grande gioia quindi per il Comitato FISI AOC, dal presidente Pietro Blengini al responsabile del biathlon piemontese, Gianluca Barale, papà dell’atleta, presente in loco e molto emozionato al termine della gara. Felici anche l’allenatore del Comitato, Alessandro Fiandino (Esercito), gli allenatori dello Sci Club Alpi Marittime, Amos Pepino, Roberto Biarese e Rachele Fanesi, oltre ad Ilvano Rigaudo, presidente dello Sci Club Entracque Alpi Marittime, e Gianpietro Pepino, sindaco di Entracque.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium