/ Calcio

Calcio | 06 febbraio 2020, 10:32

La Coppa Eccellenza va al Chisola, Baveno KO per la terza volta di fila

Il 2-1 arriva cinque minuti prima dei rigori. Terza finale persa dai blues dopo quelle del 2013 (ProSettimo) e 2018 (Pro Dronero)

La Coppa Eccellenza va al Chisola, Baveno KO per la terza volta di fila

FINALE COPPA ECCELLENZA PIEMONTE

CHISOLA-CITTA' DI BAVENO 2-1 dts (1-1) Reti: 6' Germinario (C), 9' Salzano (CB), 10'sts Rizq (C). 

Chisola (3-4-1-2): Marcaccini; Cristiano (7' pts Menon), Russo, Degrassi; Dagasso, Ba, Tuninetti (9' sts Santos De Carvalho), Ahmed (20' st Garcetti); Germinario; Rizq (13' sts De Mitri), Constantin (37' st Capocelli). A disposizione: Benfadel, Arkaxhiu, Pairetto, Mulatero. All. Nisticò. 

Città di Baveno (4-4-2): Boatto; Eliseo, Salice, Stanglini (14'sts Di Leva), Ramalho; Romano, Prandini (7' pts Marchionini), Gjonaj (5' sts Motetta), Preiata (29' st Merio); Beretta, Salzano. A disposizione: Bordin, Midali, Clausi, Gitteh, Mora. All. Molle. Arbitro: Munfuletto di Bra. Note: Salzano (B) fallisce un calcio di rigore (9'). Ammoniti: Ba, Prandini, Stanglini, Ramalho e Romano.

Kamal Rizq al 115', ai supplementari, cinque minuti prima dei calci di rigore! La Coppa Eccellenza alzata al cielo a Novarello finisce al Chisola di Nisticò, che batte 2-1 il Baveno con una rete del bomber marocchino di Casablanca. Per i blues ormai è un incubo: terza finale persa consecutivamente dopo quelle contro la ProSettimo nel 2013 e la Pro Dronero nel 2018.Esulta il Chisola, sorretto dall'eterno Marcaccini, dagli esperti Constantin, Ahmed e Santos, ma soprattutto dai giovani. Il successo è anche della dirigenza, con il presidente Atzori bravo a costruire la crescita nel tempo.

CRONACA

Sei minuti ed è subito 1-0 Chisola dopo un'incursione in area ospite di Germinario, che a tu per tu con Boatto non sbaglia. Il Baveno, incredibilmente penultimo nel girone A di Eccellenza ma in finale di Coppa Piemonte, reagisce alla grande e trova subito il pari al 9', quando Salzano batte un penalty a seguito di un contatto tra Beretta e Cristiano: Marcaccini para il rigore, ma consegna involontariamente la respinta allo stesso Salzano, che fa 1-1.Germinario sfiora nuovamente il 2-1 per il Chisola con un diagonale, poi è il Baveno a creare le palle-gol più pericolose costringendo ai miracoli Marcaccini su Beretta e su Preiata (conclusione ravvicinata e alzata sopta la traversa). Nel finale di tempo tentativi per Eliseo e Constantin, entrambi fuori bersaglio, in una fase di persistente equilibrio. Al 17' Beretta sfiora ancora il gol in mischia, poi Boatto esce coi tempi giusti su Rizq soffocando il grido del Chisola. Il Baveno insiste con Salzano: prima un calcio d'angolo telecomandato per finire direttamente in porta, poi una traversa da 20 metri, infine un diagonale di Prandini con intervento decisivo di Marcaccini. Al 43' il Chisola pareggia le palle-gol più importanti con Capocelli, servito da Dagasso, a sfiorare l'incrocio di testa.

SUPPLEMENTARI

L'1-1 sembra inciso sul marmo e i rigori sembrano ormai all'orizzonte, ma il Chisola vuole la Coppa e chiama alla conclusione prima Ba, poi Garcetti e infine Capocelli, che colpisce il palo dopo però un fallo sanzionato dall'arbitro. Meglio i torinesi nei primi 15'. L'episodio chiave arriva al 10' del secondo tempo supplementare, quando Marchionini (2003 del Baveno) sbaglia un rilancio e consegna palla a bomber Rizq, che punisce Boatto e il Baveno. 2-1. Nell'assedio finale la squadra di Molle non trova il pari e la Coppa finisce a Vinovo. Nel clima di entusiasmo generale bellissima la dedica di Rizq al compagno Bellino, infortunatosi poche settimane fa. Sventola anche la bandiera del Marocco sotto la tribuna di Novarello, la terra natia che proprio Rizq - bomber di Casablanca - porta nel cuore.

mr

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium