/ Atletica

Atletica | 18 febbraio 2020, 14:34

Atletica, Campionati Italiani indoor Allievi: Adele Roatta 12ª sui 1.500 metri

In gara la morozzese dell'Atletica Mondovì Acqua S. Bernardo

Atletica, Campionati Italiani indoor Allievi: Adele Roatta 12ª sui 1.500 metri

La stagione dell’atletica leggera in sala entra nel vivo con i Campionati Italiani Allievi svoltisi ad Ancona il 15 e 16 febbraio.

Come da tradizione, il Palaindoor del capoluogo marchigiano, una delle due strutture in Italia interamente dedicata all’atletica (l’altro è Padova), è stato il teatro di una due giorni molto intensa che ha visto oltre 600 atleti darsi battaglia per i 26 titoli italiani in palio. Le gare, tutte dall’alto contenuto tecnico, sono state molto avvincenti e combattute.

L’Atletica Mondovì – Acqua S. Bernardo schierava al via della rassegna tricolore Adele Roatta che nella giornata conclusiva era impegnata nei 1.500 metri.

La morozzese ha pagato lo scotto del passaggio di categoria cadetta-allieva e si è dovuta accontentare di un 12° posto finale che non la soddisfa a causa di un errore di valutazione che ha commesso durante le ultime fasi concitate della gara, in cui non ha “sentito” la campana dell’ottavo e ultimo giro. Peccato di gioventù (pensava di avere ancora una tornata da completare), ma esperienza da conservare, in vista dei prossimi importanti appuntamenti. 

Il 6’56”72 ottenuto, anche figlio di una gara tattica corsa a bassi ritmi dalle atlete soprattutto nelle fase iniziali, rappresenta comunque il minimo di partecipazione per i campionati italiani outdoor, che quindi potrà preparare con tranquillità.

La stagione per la talentuosa morozzese non è ancora finita: per lei infatti si apre un mese dedicato alla corsa campestre che si concluderà domenica 15 marzo a Campi Bisenzio in provincia di Firenze dove si terranno di campionati italiani di cross. Adele vorrà sicuramente dire la sua in una specialità che l’ha vista argento lo scorso anno sul tracciato della Reggia di Venaria.

“Abbiamo dovuto cambiare in corsa la programmazione dell’attività invernale focalizzata esclusivamente sulle campestri – commenta il tecnico Augusto Griseri – a causa dell’infortunio al piede di gennaio che ci ha costretti ad abbandonare momentaneamente gli allenamenti e le gare su sterrato. Questo 1.500 metri pertanto lo valutiamo molto positivamente e servirà alla ragazza per crescere e acquisire le sicurezze e le malizie della nuova categoria.”

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium