/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| martedì 13 febbraio 2018, 17:27

Eccellenza - Saluzzo, Rignanese avverte la squadra: "Rompere il tabù Asti per crescere ancora"

L'allenatore della formazione saluzzese carica i suoi giocatori in vista di un trittico di partite molto difficile: "Pensiamo una gara alla volta"

Ancora una grande risultato quello ottenuto domenica scorsa dal Saluzzo, che ha vinto 3-0 sul campo del Pinerolo, quinto successo nelle ultime sei partite, il terzo consecutivo realizzando tre gol.

Mister Rignanese è molto soddisfatto per la prova dei suoi giocatori: «È stata una buona prestazione – ha affermato l’allenatore dei saluzzesi a Campioni.cnforse la più continua nei novanta minuti come qualità di gioco. Quando giochi così e i tuoi attaccanti sono in grandi condizioni, ottieni per forza degli ottimi risultati. Abbiamo risolto i problemi che abbiamo avuto in alcuni periodi della stagione a causa di infortuni e scarse condizioni fisiche dei nostri attaccanti. Pinelli è un grande giocatore, purtroppo ha giocato poco all’inizio, ma ora è in grandi condizioni. Tutti e tre i gol sono stati di ottima fattura. Dobbiamo trarre il massimo dalle situazioni positive che creiamo e migliorare ancora».

Domenica prossima il Saluzzo inizierà un trittico molto importante per il campionato, ospitando l’Alfieri Asti. Dopo la sfida contro gli astigiani i saluzzesi affronteranno, sempre tra le mura amiche, la Pro Dronero, quindi andranno a far visita alla Cheraschese. «Queste partite diranno tanto per noi e anche per gli altri – ha spiegato Rignanesesono scontri importanti per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti, gli stessi delle nostre prossime avversarie. Secondo me hanno da perdere più le formazioni che sono davanti. Noi vogliamo comunque continuare a guardare una partita alla volta, perché ogni gara è a sé e il risultato finale non dipende tanto dalla squadra che incontri ma da come affronti la partita».

Il Saluzzo è ora terzo in classifica, a cinque punti dalla Pro Dronero capolista e altrettante lunghezze di vantaggio sulla sesta. «Non pensiamo alla classifica, guardiamo soltanto alla partita di domenica, una gara fondamentale come lo saranno tutte da qui alla fine. Dobbiamo battere l’Asti, formazione sempre molto ostica per noi, visto che rappresentano un po’ la nostra bestia nera. Gli astigiani ci hanno sempre messo in difficoltà ultimamente in casa e fuori. La nostra crescita passerà anche da situazione come queste, dobbiamo fare risultato contro una squadra che ci ha sempre tolto punti. Domenica vedremo se siamo migliorati rispetto al passato»

G.C.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore