/ Volley

Volley | 06 aprile 2020, 21:47

Volley A2/F: Stop definitivo ai campionati! Il primo commento della presidente della Lpm Bam Mondovì, Alessandra Fissolo: "Non c'era la tranquillità per proseguire"

La Consulta della Serie A Femminile oggi ha decretato la fine anticipata del Campionato di Serie A2. Ecco il commento della presidente del Puma

Alessandra Fissolo (foto Ufficio Stampa Lpm)

Alessandra Fissolo (foto Ufficio Stampa Lpm)

Anche il Campionato di Serie A2 Femminile chiude i battenti in virtù della decisione odierna presa nel corso della Consulta di Lega. Una decisione quasi scontata quella di fermare la stagione. Meno scontata, invece, appariva la scelta di promuovere in A1 la Delta Trentino e il San Giovanni in Marignano, le due squadre che, al momento dell'interruzione,erano rispettivamente al primo e secondo posto della Pool Promozione. All'incontro ha preso parte anche la presidente della Lpm Bam Mondovì, Alessandra Fissolo, che ai microfoni di Campioni.cn ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Lasciare un campionato a metà non è mai piacevole e noi ovviamente di questo non possiamo esserne contenti." - ha spiegato la Presidente della Lpm Mondovì - "Per andare avanti serviva del tempo e ad oggi non abbiamo nessuna certezza. La salute è la prima cosa e oggi non c’era la tranquillità per proseguire. Abbiamo aspettato tanto, ma obiettivamente non avevamo alternative.”

Delta Trentino e San Giovanni in Marignano promosse in A1, è stata una decisione condivisa? “All’inizio pensavo che si optasse per il blocco delle promozioni” – continua la presidente Fissolo – “Ma quando è stato proposto di far salire le prime due formazioni della Pool Promozione siamo stati tutti d’accordo, compresa la sottoscritta. Personalmente sono contraria solo a quanto deciso in A1 per la questione scudetto. Conegliano, per i risultati ottenuti in campionato e in Europa, merita assolutamente che gli venga riconosciuto lo scudetto”.

Ora si volta pagina, quale futuro attende il Puma? “Oggi si mette la parola fine al campionato, ma ci sono ancora tanti e importanti nodi da sciogliere. Decisioni dalle quali dipende il futuro di tante società. Il momento è difficile per tutti e qualsiasi proclamo oggi sarebbe avventato e prematuro”.

Matteo La Viola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium