/ Altri sport

Altri sport | 30 aprile 2020, 10:01

Attività cinofile, l’Endas scrive alle Istituzioni. Il referente Regionale Ossino: “Con il nostro protocollo i Centri Cinofili possono riaprire subito!”

I Centri Cinofili sono pronti a riaprire i cancelli

Attività cinofile, l’Endas scrive alle Istituzioni. Il referente Regionale Ossino: “Con il nostro protocollo i Centri Cinofili possono riaprire subito!”

I Centri Cinofili sono pronti a riaprire i cancelli, anche prima del 1° giugno. La Presidenza del Consiglio dei Ministri nei giorni scorsi ha stabilito che i centri cinofili, al pari delle strutture adibite alla toilettatura degli animali, possano riaprire al pubblico solo dal 1° giugno.

Una decisione mal digerita dagli addetti ai lavori e basata sul presupposto che il personale dei centri interagisce direttamente e a stretto contatto con le persone che frequentano i centri. Non è di questo parere l’ENDAS, Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, che in questi giorni sta avanzando a livello regionale e nazionale delle richieste per anticipare la riapertura già per il mese di maggio.

A supporto di questa richiesta, tutti i centri cinofili iscritti all’Endas si sono dotati di un apposito protocollo sanitario per riprendere le numerose discipline cino-tecniche nel pieno rispetto delle indicazioni della Autorità sanitarie.

Tra i vari centri cinofili in attesa di una risposta positiva c’è anche quello presente nel comune di Carrù gestito da Daniel Sebastian Ossino, che ricopre anche il ruolo di referente Endas Cinofili per la regione Piemonte: “In questo modo vogliamo tornare alla serena frequentazione dei nostri campi di addestramento” – ha spiegato Ossino – “Le attività che pratichiamo hanno una valenza sportiva, ma anche sociale. Oltre alla necessità di fissare al più presto una data certa di riapertura su scala nazionale - continua Ossino - abbiamo realizzato un protocollo tecnico-scientifico per garantire sia i soci frequentatori che gli animali presenti in campo. Il modello, che contiene le linee guida per la frequentazione dei centri cinofili Endas durante la fase di cosiddetta convivenza con il virus, è stato realizzato dai responsabili tecnici nazionali del settore. Il risultato, è stato diramato in queste ore a tutti i centri affiliati e alle Istituzioni sul territorio, con spirito di collaborazione, cercando di far comprendere l’importanza di questa attività e che la stessa possa essere svolta, con gli opportuni accorgimenti, in massima sicurezza.  Ho già inoltrato alla varie Istituzioni provinciali e regionali la richiesta affinché la riapertura dei centri come il nostro venga calendarizzata al più presto e in modo ufficiale, anche perché abbiamo dimostrato di essere sostenibili e necessari al tessuto economico e sociale”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium